MotoGP USA: Lorenzo re di Laguna Seca

Jorge Lorenzo conquista anche Laguna Seca e ottiene la sesta vittoria stagionale: lo spagnolo della Yamaha è sempre salito sul podio dall'inizio della stagione, potando a casa 201 punti sui 225 totali e strappando a Valentino Rossi il ruolo di re della MotoGP

da , il

    MotoGP USA: Lorenzo re di Laguna Seca

    Jorge Lorenzo conquista anche Laguna Seca e ottiene la sesta vittoria stagionale: lo spagnolo della Yamaha è sempre salito sul podio dall’inizio della stagione, potando a casa 201 punti sui 225 totali e strappando a Valentino Rossi il ruolo di re della MotoGP.

    Nel Gran Premio degli Stati Uniti è stato però fondamentale l’errore di Dani Pedrosa (Team Honda Repsol) che cade alla curva 5 mentre era in testa alla corsa, regalando il primo posto all’inseguitore Lorenzo e permettendogli di allungare in classifica piloti.

    Lorenzo ora vanta ben 72 punti di vantaggio su Pedrosa, uno scarto che gli permetterà di correre tranquillo la seconda parte del Motomondiale e di gestire al meglio le singole gare.

    E il primo posto di Laguna Seca è la dimostrazione del sangue freddo del rider maiorchino, che dopo la caduta del connazionale chiude tranquillo la gara davanti alla Ducati di Casey Stoner e alla Yamaha M1 di un ritrovato Valentino Rossi: “Ho iniziato bene alla partenza, ma vari piloti mi hanno superato all’esterno della prima curva, quindi ho dovuto prendermi i miei rischi per superare Spies. Poi Stoner ha fatto un errore in curva e l’ho superato,” ha dichiarato Porfuera commentando la gara di ieri, “Ho corso davvero bene oggi, al limite. Dani era impressionante e ha spinto davvero molto, e sapevo che sarebbe potuto cadere. Quando è successo è stato davvero facile terminare la gara davanti.”

    Ma Lorenzo non vuole ancora parlare di titolo iridato: “Abbiamo un gran vantaggio nel campionato, ma non è la prima volta che un pilota perde il titolo nonostante una differenza così grande,” ha commentato scaramantico lo spagnolo.