MotoGP Usa: Rossi strappa il podio a Dovizioso

Nonostante il quarto posto non sia un risultato da buttare, Andrea Dovizioso non può essere soddisfatto della gara svolta a Laguna Seca e soprattutto dell'andamento della sua MotoGP 2010, che si può riassumere in una prima parte esaltante ed un'altra da pilota di seconda fascia

da , il

    Andrea Dovizioso ha visto sfumare proprio agli ultimi giri del Gran Premio degli Stati Uniti 2010, il podio di Laguna Seca a favore di un Valentino Rossi in gran spolvero e che è riuscito a sorpassare il forlivese nelle ultime tornate del GP statunitesnse. Alla fine Dovizioso si accontenta di un quarto posto in gara e del terzo in classifica generale piloti MotoGP 2010, anche se durante questo 2010, ha avuto più di un’occasione per inserirsi nel monologo mondiale del pilota della Yamaha, Jorge Lorenzo. Ricordando il GP di Catalunya quando il Dovi, al secondo posto, cadde mentre era incollato alle marmitte di Jorge.

    Nonostante il quarto posto non sia un risultato da considerarsi negativo, il centauro italiano della Honda, Andrea Dovizioso non può essere soddisfatto della gara svolta a Laguna Seca e soprattutto dell’andamento della sua MotoGP 2010, che si può ridurre ad una prima parte esaltante ed un’altra da pilota di seconda fascia.

    In America, Dovizioso ha perso il gradino più basso del podio dopo lo scontro diretto contro il rientrante e convalescente Valentino Rossi, che dopo averlo sverniciato per bene non ha dovuto sudare sette camice per contenerlo e relegarlo alla quarta piazza.

    Il Dovi non può essere contento per il quarto posto della Laguna, anche perchè sarebbe stato positivo, ai fini della sua permanenza alla HRC per il 2011, andare a podio dopo la notizia della caduta del team mate, Dani Pedrosa: “non posso esser contento di questo risultato perchè il podio era vicino. Il mio ritmo a metà gara era sull’1’22.5 e stavo andando bene, ma negli ultimi giri Valentino è andato più veloce di me e non potevo arrivare al suo 1’22 basso. Quando mi ha passato ho fatto di tutto per tornare terzo, ma lui era molto veloce al T3 e T4 ed io non ero forte in staccata. Il risultato non è quello che volevamo e dobbiamo continuare a lavorare duramente perchè vogliamo lottare per la vittoria”.