MotoGP: Valentino Rossi a un passo dal titolo

Il mondiale MotoGP sembrava dover essere palcoscenico di un duello serrato tra Valentino Rossi e il compagno di squadra Jorge Lorenzo, ma dopo Phillip Island la “sfida” sembra già stata archiviata e Vale potrebbe vincere il nono titolo della carriera già domenica a Sepang

da , il

    Il mondiale MotoGP sembrava dover essere palcoscenico di un duello serrato tra Valentino Rossi e il compagno di squadra Jorge Lorenzo, ma dopo Phillip Island la “sfida” sembra già stata archiviata e Vale potrebbe vincere il nono titolo della carriera già domenica a Sepang.

    Per vincere il titolo 2009 della classe regina Valentino Rossi ha a disposizione ben due gare: una in Malesia e l’altra in Spagna, a Valencia, ma il Dottore confessa di voler chiudere già a Sepang: “L’obiettivo è chiudere domenica in Malesia. È un circuito che mi piace. Voglio sfruttare il primo match point, senza aspettare Valencia. Lì ho già perso un Mondiale nel 2006,” ha dichiarato.

    Valencia “sfigata”, dunque, con un mondiale perso per una scivolata che regalò il titolo a Nicky Hayden, ma all’italiano della Yamaha – forte dei suoi 38 punti di vantaggio su Lorenzo – domenica basterebbe anche solo un secondo posto per aggiudicarsi il secondo mondiale consecutivo (il nono della sua straordinaria carriera).

    Sepang invece è da tempo un “circuito sì” per Rossi e anche Davide Brivio, Team Manager di Valentino, è convinto che già si potrà vincere il titolo in Malesia.

    La nostra squadra per lavorare bene ha bisogno di sentire addosso la pressione. Credo sia normale per gente che ha vinto tanto,” ha concluso Valentino, “In Portogallo siamo arrivati dopo un mese di stop. Eravamo troppo rilassati e abbiamo sbagliato l’approccio alla gara. Sepang è una pista che mi piace e dove io e la mia M1 siamo andati sempre forti. Arriviamo li subito, avendo ancora calda la gara dell’Australia. Se riusciremo subito ad essere veloci dal venerdì faremo un bel risultato. Comunque, con la moto a posto posso essere veloce ovunque.

    Una gara senza storia? Tutt’altro: Lorenzo non vuole mollare e farà di tutto per giocarsi il mondiale in Spagna, Casey Stoner è tornato al top e Dani Pedrosa vuole giocarsi il terzo posto con l’australiano della Ducati… Ancora una volta, i Fantastici Quattro!