MotoGP, via anche la WCM

da , il

    MotoGP, via anche la WCM

    Un altro team dalla valida storia sportiva abbandona la MotoGP: la WCM senza sponsor non ce la fa, e ora le moto della cosidetta classe regina sono appena 19, addirittura 3 di meno delle vetture di Formula 1.

    Tecnicamente la WCM 2006 era avviata ad avere un telaio Bimota e un motore KTM, un’accoppiata con cui avere fiducia nel futuro. Ma mancando gli adesivi non se n’è fatto nulla.

    Negli anni passati in WCM avevano corso anche Luca Cadalora e Troy Corser, e il team aveva vinto delle gare con Regis Laconi e Simon Crafar, quando la squadra aveva in dotazione le Yamaha ufficiali sponsorizzate Red Bull.

    Peter Clifford, patron WCM, ha confermato la fattibilità della collaborazione con Bimota e KTM, con cui ha preferito non firmare dei contratti in mancanza di soldi. Infatti dalla Bimota nelle settimane scorse erano giunte delle smentite sull’eventuale accordo.

    Non c’è molto da aggiungere alle considerazioni che abbiamo già fatto su queste pagine circa la crisi della MotoGP che solo pochi mesi fa in molti si adoperavano ad agitare come esempio di campionato di successo rispetto a una Formula 1.

    Tuttavia, qualora si concretizzasse il passaggio in F1 di Valentino Rossi, nel 2007 assisteremmo a un simpatico campionato monomarca Honda. Sarà quindi interessante vedere come va la SBK quest’anno, se avrà successo di pubblico nonostante l’operazione Biaggi non sia andata in porto.

    Nel 2007 più che tra campioni, la sfida potrebbe essere tra campionati. O forse lo è già.