MotoGP Yamaha: Ben Spies è il futuro

Il prossimo appuntamento della MotoGP 2010 sarà sul celebre tracciato americano di Laguna Seca, che si ricorda soprattutto per il cavatappi

da , il

    La carovana della MotoGP 2010 sbarca, questo fine settimana, negli Stati Uniti, precisamente a Laguna Seca dove si disputerà il Red Bull Us Grand Prix e dove si preannuncia un dominio della scena da parte dei piloti di origine statunitense, che ben conoscono il circuito del cavatappi. Secondo Wayne Rainey, indimenticato Campione dell’era delle 500cc, dal 1990 al 1992, tra questi corridori c’è sicuramente l’attuale campione mondiale della Superbike, Ben Spies, oggi in forza alla Yamaha satellite MotoGP. Spies occupa, oggi, l’ottava posizione della gradutaoria mondiale, con 67 punti.

    Il prossimo appuntamento del Motomondiale 2010 sarà sull’affascinante tracciato di Laguna Seca, che si ricorda soprattutto per il celebre cavatappi. Secondo Wayne Rainey, iridato mondiale della 500cc, dal 1990 al 1992, i piloti americani, avranno un vantaggio rispetto agli altri riders, per via della particolarità e soprattutto per la loro profonda conoscenza del circuito.

    Rainey parla dei piloti americani in generale e in particolare di Ben Spies: “sono contento di vedere Ben Spies su una Yamaha. Sta facendo un lavoro incredibile per il team satellite Yamaha. E’ già già davanti a Colin Edwards e sta combattendo con il campione del mondo 2006 Nicky Hayden. Un altro anno o due e penso che possa lottare per il campionato. Penso che sarà la nostra grande speranza per il futuro”.

    Anche Doug Chandler, ex pilota della Cagiva nel Motomondiale classe 500 ha voluto dire la sua sul talento cristallino che possiede Spies: “penso che la MotoGP è la cosa migliore per lui. Ha già fatto un podio e questo lo aiuterà. Se tutto va bene, credo che sarà il nostro prossimo campione del mondo. E’ veloce e intelligente. Ha bisogno solo degli strumenti necessari per avere successo”.