MotoGP.In Turchia, riflettori su Rossi, Pedrosa e Stoner

MotoGP

da , il

    MotoGP.In Turchia, riflettori su Rossi, Pedrosa e Stoner

    La Turchia è sempre più vicina. Domani il semaforo verde delle prove del venerdì segnerà la riapertura del Campionato del Mondo della MotoGP, quest’anno piena di modifiche e di sorprese.

    I riflettori sono ormai puntati sul trio in testa al Mondiale, Valentino Rossi in testa, e poi Pedrosa e Stoner.

    Il pilota Ducati, che sembra aver offuscato Capirex, conta di intensificare il suo vantaggio sul compagno di squadra e di portare a Borgo Panigale punti utili per la classifica.

    Quanto invece al coccolatissimo spagnolo di Sabadell, Dani Pedrosa, c’è grande attesa per il tracciato turco, soprattutto da parte del pilota stesso, che ha confidato: “Aspetto con impazienza questa gara, c’è stata una lunga pausa e tutti i piloti saranno entusiati di tornare in pista. Non abbiamo mai girato ad Istanbul con le nuove 800cc e quindi ci si pongono le stesse domande: Cosa fare sulla moto, sui pneumatici e sull’intero “pacchetto”. Dovremo vedere se il tempo di permetterà di lavorare bene in tutte le sessioni di prove. Lo scorso anno faceva un po’ freddo e quindi spero che ci sia un po’ più caldo. La pista sembra abbastanza liscia, ci sono solo due-tre punti dove compaiono delle irregolarità. In generale la qualità dell’asfalto e il grip sono abbastanza buoni. Quest’anno spero di qualificarmi meglio rispetto allo scorso anno; infatti lo scorso anno ho fatto una gara in rimonta ma ho terminato dietro. Molto dipenderà dal briefing del giovedi con la Michelin e dalle condizioni atmosferiche. Lì decideremo che tipo di pneumatici usare, se rischiare o se fare una scelta prudente. Dovrebbe essere un fine settimana interessante da ogni punto di vista.