Paddock Girls F1, GP del Belgio

foto delle paddock girls, le belle ragazze del gran premio del belgio di formula 1 e della GP2 in una galleria fotografica con i migliori scatti e le più belle pose

da , il

    Tra le ragazze del paddock sono ormai presenza fisse le Formula Unas della Red Bull, le Kingfisher Girls della Force India, le ragazze Martini che bazzicano la zona Ferrari e quelle della Total. Salutiamo così il Gran Premio del Belgio edizione 2008 che, al di là di quello che succederà in sede di appello, è già entrato nella storia.

    L’imminente Gran Premio d’Italia ci impone di cambiare in fretta registro. La chicane tagliata da Lewis Hamilton resterà nei nostri occhi ancora per molto e chissà che non diventi l’episodio chiave che avrà deciso nel bene o nel male questa stagione 2008.

    Va detto che sin da subito si è avuta l’impressione che la manovra dell’inglese non fosse stata del tutto corretta ma le recenti giustificazioni degli uomini McLaren hanno riequilibrato di nuovo la bilancia. Il rimprovero ad Hamilton per essere stato troppo impulsivo ed aver avuto comunque un comportamento troppo rischioso vista la situazione, resta. Aveva davanti a sé ancora un giro pieno dove prendersi gioco di Raikkonen in lungo ed in largo. Poteva persino accontentarsi del secondo posto come un campione saggio.

    Il bello di questo pilota straordinario, però, è anche questo. Sicuramente fosse meno spericolato avrebbe anche meno tifosi pronti a difenderlo come un fratello. Lasciando, quindi, da parte il dilemma penalità sì, penalità no, possiamo prendere a pretesto questa spinosa situazione per criticare nuovamente la Federazione sul fronte dei regolamenti. Innanzitutto non sono sufficientemente chiari. In secondo luogo le decisioni non vengono prese in modo tempestivo, né univoco. In terzo luogo, visto che qui si parla anche di belle ragazze, concludiamo torniamo alla protagonista femminile dell’episodio incriminato: la chicane.

    Se un pilota taglia una chicane, nel 99% dei casi vuol dire che commette un errore di guida. E’ giusto, quindi, che venga “penalizzato” non dai giudici ma dalla stessa conformazione del tracciato. Mettere l’asfalto anche fuori dalla pista è giusto se agevola la sicurezze ed in certi casi promuove lo spettacolo (come all’esterno de tornantino La Source). Ma mettere l’asfalto nel bel mezzo di una chicane come avviene ormai su tutti i circuiti moderni (compresa Monza dove si correrà tra pochi giorni) è sbagliato. Tagliare una chicane restituendo semplicemente la posizione come se nulla fosse è già ingiusto per chi, invece, la chicane l’ha fatta tutta e per bene. Esageriamo?

    Foto | motorsport