Paul Ricard: test per Monaco e Montreal

La maggior parte delle vettura è stata impegnata in questa settimana al circuito francese del Paul Ricard

da , il

    Paul Ricard: test per Monaco e Montreal

    La maggior parte delle vettura è stata impegnata in questa settimana al circuito francese del Paul Ricard. L’obiettivo è stato quello di provare assetti e soluzioni buoni per il prosieguo della stagione e, in particolare, per l’atipica corsa di Montecarlo in programma tra una settimana.

    Nel Day 1 il migliore è stato Alonso ma anche Massa non ha sfigurato arrivando a pochi decimi dall’asturiano. Bene anche Trulli con la nuova Toyota.

    La McLaren non ha fatto vedere tempi eccellenti ma il lavoro sull’affidabilità e il raffreddamento pare sia andato alla perfezione. Novità aerodinamiche e pneumatici, infine, sono stati tra i punti fondamentali del lavoro delle BMW.

    Il secondo giorno doppietta Renault e balzo in avanti della BMW di Villeneuve. Massa è sesto e le due McLaren settima e nona. Non devono ingannare troppo le posizioni, però, perché in realtà tra il primo e il penultimo c’è solo un secondo di differenza.

    Nei primi due giorni è stata adottata una configurazione del circuito molto sinuosa e lenta per studiare assetti e soluzioni per Montecarlo.

    Il terzo giorno, invece, si è passati ad una versione più veloce per provare in vista di Montreal. E, sarà un caso, ma il miglior tempo è stato fatto dal canadese Villeneuve. Dietro di lui non è mancata la Renault con Kovalainen e poi De La Rosa e Kubica. Alonso quinto ha lasciato il tracciato a metà giornata. Problemi, infine, al motore per la Ferrari che non ha praticamente mai girato.

    Giorno 1 – Classifica

    01. Fernando Alonso – Renault – 1’05.686 – 143 giri

    02. Felipe Massa – Ferrari – 1’05.707 – 127 giri

    03. Jarno Trulli – Toyota – 1’05.752 – 117 giri

    04. Heikki Kovalainen – Renault – 1’05.889 – 174 giri

    05. Kimi Raikkonen – McLaren Mercedes – 1’05.996 – 68 giri

    06. Juan Pablo Montoya – McLaren Mercedes – 1’06.177 – 103 giri

    07. Nick Heidfeld – BMW Sauber – 1’06.466 – 100 giri

    08. Robert Kubica – BMW Sauber – 1’06.586 – 123 giri

    09. Scott Speed – Toro Rosso Cosworth – 1’06.725 – 150 giri

    10. Ralf Schumacher – Toyota – 1’07.09 – 104 giri

    11. Christian Klien – Red Bull Ferrari – 1’07.016 – 65 giri

    12. Robert Doornbos – Red Bull Ferrari – 1’07.760 – 83 giri

    Giorno 2 – Classifica

    01. Fernando Alonso – Renault – 1’05.363 – 122 giri

    02. Heikki Kovalainen – Renault – 1’05.546 – 111 giri

    03. Jacques Villeneuve – BMW Sauber – 1’05.563 – 148 giri

    04. Christian Klien – Red Bull Ferrari – 1’05.577 – 50 giri

    05. Jarno Trulli – Toyota – 1’05.624 – 142 giri

    06. Felipe Massa – Ferrari – 1’05.686 – 119 giri

    07. Juan Pablo Montoya – McLaren Mercedes – 1’06.008 – 121 giri

    08. David Coulthard – Red Bull Ferrari – 1’06.083 – 47 giri

    09. Kimi Raikkonen – McLaren Mercedes – 1’06.266 – 73 giri

    10. Ralf Schumacher – Toyota – 1’06.333 – 112 giri

    11. Vitantonio Liuzzi – Toro Rosso Cosworth – 1’06.369 – 168 giri

    12. Nick Heidfeld – BMW Sauber – 1’06.619 – 93 giri

    Giorno 3 – Classifica

    01. Jacques Villeneuve – BMW Sauber – 1’25.379 – 125 giri

    02. Heikki Kovalainen – Renault – 1’25.736 – 121 giri

    03. Pedro De La Rosa – McLaren Mercedes – 1’25.834 – 120 giri

    04. Robert Kubica – BMW Sauber – 1’25.931 – 97 giri

    05. Fernando Alonso – Renault – 1’26.033 – 63 giri

    06. David Coulthard – Red Bull Ferrari – 1’26.172 – 91 giri

    07. Ricardo Zonta – Toyota – 1’26.261 – 101 giri

    08. Gary Paffett – McLaren Mercedes – 1’26.443 – 99 giri

    09. Robert Doornbos – Red Bull Ferrari – 1’26.498 – 44 giri

    10. Neel Jani – Toro Rosso Cosworth – 1’26.668 – 103 giri

    11. Olivier Panis – Toyota – 1’27.037 – 82 giri

    12. Felipe Massa – Ferrari – Senza tempo – 3 giri