Pedrosa Ok! Ma.. Hayden?

da , il

    Pedrosa Ok! Ma.. Hayden?

    Doveva essere il MotoMondiale già deciso, il MotoMondiale che Nicky Hayden avrebbe dovuto gestire classificandosi sempre in zona podio, ormai sicuro di avere una moto affidabile e del gran talento, quello che forse è mancato a Brno. Dopo una buona partenza, Kentucky Kid era già in terza posizione, sicuro di poter amministrare una gara che lo avrebbe ulteriormente confermato leader della Classifica Generale, ma non è stato così : un problema alla frizione gli ha fatto perdere feeling con la moto e, la nona posizione finale, è stata una mazzata devastante.

    Nicky ha dichiarato :

    “Sono andato abbastanza bene nella prima parte della corsa. Ho preso una buona partenza e stavo andando bene quando ero terzo. Il risultato è frustrante ed abbiamo avuto alcuni problemi in gara, ma non rimarrò bloccato su quello. Non è il risultato che volevamo ottenere in questo weekend, ma è la corsa. Una settimana vinci e quella dopo sei nono – questo è anche dovuto al livello della competizione nelle MotoGP.”

    Ottima gara per il suo compagno Dani Pedrosa il quale, dopo la spettacolare corsa di Brno, si conferma la vera rivelazione del Campionato e su cui sicuramente la Honda HRC farà affidamento per il prossimo futuro. Partito nono ha concluso in terza posizione, intrattenendo il pubblico grazie a un duello tra titani contro il Campionissimo Valentino Rossi, mettendo in seria difficoltà il Pluri-Campione del mondo.

    “Penso che abbiamo disputato una bellissima gara ed il terzo posto è ottimo per me perché sono partito nono sulla griglia,” – ha confidato Dani – “Ho preso una buona partenza però penso che avrebbe potuto essere ancora migliore ed avrei potuto guadagnare più posizioni alla prima curva. Quando ho raggiunto Valentino, ho aspettato perché era molto presto nella corsa. Tuttavia in quel momento Capirossi era già andato – era troppo veloce per noi oggi.” “Abbiamo quindi battagliato per la seconda posizione e ci sono state bellissime mosse di sorpasso, alcune sono state molto aggressive. Abbiamo spinto molto forte,” – ha aggiunto – “Quando rimanevano tre giri, ho commesso un errore in una curva e ho perso un secondo che non ho potuto recuperare quindi, per l’ultimo giro, ho deciso di accontentarmi del terzo posto. Sono impaziente di disputare le prossime gare.”