Pedrosa-Rossi iniziano a cantarsele (e a cantarsela)

Pedrosa-Rossi iniziano a cantarsele (e a cantarsela)

da , il

    Pedrosa-Rossi iniziano a cantarsele (e a cantarsela)

    rossi pedrosa

    Tra me e Pedrosa è stata una bella battaglia. Abbiamo dato il massimo, nessuno si è risparmiato e questa volta ho avuto la meglio.

    Queste le parole di Valentino Rossi alla fine della tre-giorni di prove IRTA sul circuito di Jerez che hanno, ancora una volta, incoronato il campione di Tavulia come re indiscusso della MotoGP.

    Lui è molto competitivo sul giro singolo, a Jerez ha sempre vinto e l’anno scorso al suo debutto in MotoGP è salito sul podio. Credo che il nostro duello proseguirà per tutto il 2007… – ha continuato Valentino, conscio del suo valore ma anche di quello del suo avversario – Siamo senza dubbio in buona forma e io non sto nella pelle per la stagione che ci attende. Sapevo che oggi sarebbe stato un duello duro e mi aspettavo che Pedrosa si dimostrasse forte come effettivamente e` stato. E` stata una sfida divertente con lui, la prima dell’anno. Con ogni gomma da qualifica provata questo pomeriggio mi sono sentito sempre a mio agio e sono riuscito a essere piu` veloce. Alla fine il mio tempo è stato fantastico. La mia Yamaha volava: e` la dimostrazione del gran lavoro che abbiamo fatto nel corso dell’inverno. Oggi ho avuto molta fiducia nella mia Yamaha e ho potuto guidarla al limite.

    Dall’alto della sua diplomazia, Pedrosa sapendo di poter contare su una squadra che sta lavorando molto per lui, ha sentenziato: “Sono davvero contento dei 40 minuti cronometrati perchè davvero non mi aspettavo di essere così veloce. Ho migliorato molto il tempo sul giro con gomme da qualifica rispetto all’ultima volta che ho girato qui. Era questo il mio obiettivo in questa sessione, e perciò sono contento. Per me è stato davvero un buon test, perché durante questa stagione avremo tempi limitati per provare le gomme. E’ stata una buona competizione con Valentino oggi, ma non ero concentrato sui suoi giri, volevo soltanto portare queste gomme al limite e concentrarmi su me stesso, che è quello che ho fatto. Sono stati tre giorni preziosi, durante i quali abbiamo fatto progressi con il set-up sia da gara che da qualifica, quindi spero di essere pronto per il primo round in Qatar

    E’ vero, a partire dai secondi sembra che ua BMW Z4 non interessasse veramente a nessuno…bah…

    Hayen, invece, si consola come può e dice:”Alla fine è stato divertente uscire di nuovo in pista con gli altri con qualcosa in palio, la sessione cronometrata ha dato un po’ di tensione oggi, è stato solo un tormento a pochi giorni dalla prima gara. La posizione non è così male, ma il tempo è abbastanza lontano da quelli davanti.Alcuni degli altri piloti hanno fatto alcuni giri davvero impressionanti oggi, quindi tanto di cappello a loro. Sento che forse mi manca ancora qualcosa per raggiungere la mia velocità ideale, ma sono emozionato e impaziente di correre!

    Aspettando il Qatar…