Peugeot: per il 2019 un programma sportivo intenso

Peugeot continua ad abbracciare i rally anche per il 2019, con Andreucci che passa da pilota a mentore delle nuove leve

da , il

    Peugeot: per il 2019 un programma sportivo intenso

    L’anno 2019 segna per Peugeot un continuo nella sua tradizione sportiva rallistica in Italia, paese nel quale il brand francese è il più presente, in tema rally, dal 1989. Il Campionato Italiano Rally non sarà più nelle mani di Paolo Andreucci, perchè il pluricampione italiano si dedicherà a far crescere le nuove leve ufficiali. Il 2019 segna anche i 40 anni del monomarca Peugeot Competition.

    Guarda anche:

    Peugeot ha avuto sempre un interesse alto verso il settore delle competizioni, ma prediligendo sempre più i rally piuttosto che le gare in circuito. Basta vedere quanto è stata presente nel corso dell’ultimo decennio e non solo nel Campionato Italiano Rally, con un pilota – Paolo Andreucci – che ha dominato in lungo ed in largo.

    Andreucci con Gonella e Ciuffi
    Andreucci con Gonella e Ciuffi

    In questo 2019 la firma francese però rinnova i propri programmi, ma con Andreucci elevato dal ruolo di pilota a quello di istruttore, perchè dovrà “crescersi” l’equipaggio ufficiale di quest’anno, formato da Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella. Il duo sarà il portacolori di Peugeot Sport Italia nel corso del Campionato Italiano Rally 2019 e correrà a bordo di una Peugeot 208 R2B, auto che cercherà di fare del proprio meglio nella classifica a due ruote motrici. Secondo i piloti che hanno avuto il piacere di guidare la Peugeot 208 i punti di forza di quest’auto sono senza dubbio l’affidabilità e la competitività su qualsiasi fondo la si faccia correre. Un vantaggio non assolutamente da poco perchè permette di dare il meglio quasi in ogni occasione.

    Il 2019 è però un anno particolarmente importante per il trofeo monomarca Peugeot Competition, che fino al 2003 aveva il nome di trofeo Peugeot Rally. Questa competizione ha permesso a piloti privati di avere auto affidabili e con le quali hanno potuto esprimere le proprie capacità in tema di rally. A tal proposito lo stesso Ciuffi ha esordito in questo modo, come privato, per poi passare sotto i colori del team ufficiale.

    Peugeot 208 R2B ufficiale
    Peugeot R2B ufficiale

    Peugeot Competition da quest’anno ha anche cambiato le proprie categorie, o meglio ne ha in parte rimodulato le denominazioni. Ci sarà la 208 Rally Cup TOP, che conterà su 6 gare del CIR con la 208 R2B ed avrà sia premi in denaro per ogni gara sia, per il primo classificato generale, la “promozione” a pilota ufficiale. Poi, un gradino sotto, c’è la 208 Rally Cup PRO, basato su 5 gare del trofeo IRC Pirelli, che vede in gara sempre le 208 R2B, ma i premi saranno in forma di pneumatici alla fine di ogni gara mentre il primo classificato della generale avrà denaro (20 mila euro) e gomme (20 gomme Pirelli). Infine ci sarà il Rally Regional Club che conterà su tutte le gare e chiamerà in causa tutte le auto e tutti i piloti, con premi in denaro.