P.I. day #2. Melandri: “Non abbiamo migliorato il tempo, ma…”

P

da , il

    P.I. day #2. Melandri: “Non abbiamo migliorato il tempo, ma…”

    Battuta d’arresto per Macho Melandri in questa seconda giornata di prove.

    Il giovane pilota ravennate e la sua nuoa Honda non sono riusciti a spingersi oltre la settima posizione.

    Il suo compagno di squadra Tony Elias non ha fatto molto meglio, fermandosi in undicesima posizione.

    I due piloti, che hanno fatto un grande numero di tornate sul tracciato di Phillip Island (Marco addirittura 99 giri), hanno preferito concentrarsi sul test degli pneumatici anzichè puntare al tempo.

    Ecco il loro report dopo la seconda sessione.

    Marco Macho MelandriNon abbiamo migliorato il tempo sul giro singolo ma sono soddisfatto del passo di gara. Questa mattina abbiamo lavorato bene e fin dai primi giri ho avuto buone sensazioni, poi, nel pomeriggio abbiamo fatto varie prove di assetto che non hanno dato i risultati sperati e questo ci ha un po’ rallentato nel programma di lavoro. Sono comunque soddisfatto, la moto mi piace molto. Abbiamo fatto molte prove di gomme e abbiamo deciso la strada da seguire. Abbiamo fatto tantissimi giri, 99 in tutto, e devo dire che, da un punto di vista di sforzo fisico, la 800cc è impegnativa come la mille. Nel misto veloce, per esempio, la 800cc è più veloce in curva ma pesa come la mille, quindi non è più facile”.

    Toni Elias: “Questa mattina abbiamo faticato un po’, poi abbiamo individuato la strada giusta e abbiamo fatto un piccolo passo in avanti. Abbiamo fatto prove sia a livello di ciclistica che di gomme. Ho trovato una gomma che mi piace e questo ha permesso di migliorare anche il feeling con la moto. Domani continueremo su questa direzione di lavoro. Continueremo anche a lavorare con i tecnici della Bridgestone, è importante trovare un giusto compromesso nel pacchetto Honda-Bridgestone”.