Presentazione Ferrari 2020, svelata la nuova SF1000 di Vettel e Leclerc

Presentata la nuova vettura Ferrari per il mondiale 2020 che sarà affidata ancora a Leclerc e Vettel

da , il

    La presentazione Ferrari 2020, la nuova vettura di Formula 1 che guiderà Sebastian Vettel e Charles Leclerc alla conquista del titolo mondiale, si è svolta per la prima volta nella storia del Cavallino al teatro Valli di Reggio Emilia. Una location non certo causale quella scelta per la “prima” della nuova Rossa che, oltre alla consueta colorazione, mostra un Tricolore sulla propria livrea, omaggio proprio alla bandiera italiana e porta in dote una sigla significativa, SF1000.

    La nuova Ferrari SF1000

    #DEVA_ALT_TEXT#presentazione ferrari 2020
    Twitter @Ferrari

    La sigla scelta è SF1000, un omaggio al GP numero 1000 nel mondiale che la Ferrari correrà in Canada o Francia, a seconda della decisione della FIA di disputare o meno la gara in Cina per gli effetti del Coronavirus. Un evento importante che la scuderia italiana ha voluto sottolineare nel nome scelto per la nuova vettura. A spiccare dal punto di vista estetico, è chiaramente il rosso – ancora una volta opaco - che, come nel 2019, è ancora il colore predominante ma stavolta è affiancato dal nero e dal bianco, utilizzato per i numeri dei piloti. Ad aggiungere colore alla vettura, poi, anche una striscia tricolore sul cofano motore e sulla parte anteriore, omaggio alla bandiera italiana. Prima della presentazione Ferrari 2020, poi, Charles Leclerc e Sebastian Vettel, insieme al team principal Mattia Binotto, si erano concessi un bagno di folla in piazza scattando foto e firmando autografi con i tanti tifosi accorsi all’esterno del teatro.

    Le parole di Leclerc e Vettel

    Visibilmente emozionato, sul palco del teatro Romolo Valli, anche i due piloti Charles Leclerc e Sebastian Vettel. “L’approccio è un po’ diverso rispetto a 12 mesi fa. Ora conosco la squadra e la vettura, anche se sarà diversa da quella dell’anno scorso per tutto il lavoro fatto insieme per migliorare. Ho fiducia, la nuova stagione sarà una bella sfida e non vedo l’ora di partire. Io provo a fare del mio meglio, sono stato molto vicino alla squadra per provare a realizzare la miglior macchina possibile e, da parte mia, cercherò di essere più sereno e di migliorare imparando dagli errori dell’anno scorso” ha dichiarato il monegasco. Fiducioso anche il quattro volte campione del mondo, chiamato al riscatto dopo una stagione tra alti e bassi: “Non vedo l’ora di saltare in macchina, ci sono tante ore di lavoro dietro questa vettura. C’è una lunga stagione davanti a noi ed è impossibile fare previsioni. Come detto, sono state svolte tante ore di lavoro e di impegno e si percepiranno soprattutto quando andrò a guidare la macchina. I ragazzi di Maranello hanno fatto di tutto e continuano a lavorare per migliorare la vettura, ma dobbiamo avere pazienza e aspettare prima di capire dove saremo” sono state le sue parole. Presente, inoltre, anche il presidente della Rossa, John Elkann, che non si è sbilanciato: “Questa è la prima volta che ci presentiamo fuori da Maranello e siamo orgogliosi di farlo in questo luogo simbolico per il il nostro Paese, l’Italia, che siamo orgogliosi di rappresentare nel mondo. È il campionato in cui disputeremo il 1000° GP, la fame di vittoria è sempre enorme. Sappiamo quanto la competizione sia forte, ma questo è una sfida per fare sempre di più” ha concluso.