Proseguono gli studi per l’ala del futuro

da , il

    Proseguono gli studi per l’ala del futuro

    Proseguono gli studi della FIA al progetto della nuova ala posteriore al fine di risolvere il problema della mancanza di spettacolo aumentando i sorpassi. Le scuderie hanno già rifiutato l’adozione dal 2007 del nuovo alettone come è stato presentato loro nei mesi scorsi, ma la Federazione è convinta di far ricredere i direttori tecnici.

    Al momento il progetto prevede sostanzialmente di tagliare in due parti l’alettone posteriore in modo da ridurre sostanzialmente la perdita di carico aerodinamico in scia. Scomparirebbero così i grandi alettoni che da anni caratterizzano le Formula Uno per fare posto a due piccoli profili alari sopra le ruote posteriori: una vera rivoluzione aerodinamica, per questo non gradita dalle scuderie.

    La nuova ala è stata chiamata CDG (Centreline Downwash Generating) e vanta tra i suoi creatori Adrian Newey. Il progetto è ora stato affidato a Jean-Claude Migeot, ingegnere ex Renault, Ferrari e ideatore di una delle migliori gallerie del vento in Europa.