Rally di Roma Capitale: Peugeot e Andreucci al via, ma senza Andreussi

Il pilota di Peugeot Andreucci prende il via al Rally di Roma Capitale, ma senza la sua storica navigatrice

da , il

    Rally di Roma Capitale: Peugeot e Andreucci al via, ma senza Andreussi

    Dopo il clamoroso incidente in Liguria, che ha visto la Peugeot 208 T16 di Andreucci andare ad impattare frontalmente contro un muro, lo stesso pilota Andreucci ha preso il via alla sesta edizione del Rally di Roma Capitale. Lo sfortunato test ligure non ha permesso quindi al pilota toscano di arrendersi e di puntare ancora una volta al titolo italiano, mentre sarà più lungo il recupero della navigatrice Andreussi, per la quale il danno al bacino ha creato più problemi.

    Il Rally di Roma Capitale ha preso il via con una prestazione non brillante di Andreucci nella Qualifying Stage, che di rientro dall’incidente ligure ha fatto segnare un’ottava posizione. Nel corso della decisione dell’ordine di partenza lo stesso pilota toscano ha deciso di essere il primo a partire, così da evitare problemi ed avere una strada decisamente meno sporca. Andreucci ha spiegato la sua scelta dicendo che gli stranieri passano ovunque sulla strada, portandosi dietro quindi molto sporco: lui è interessato ai punti più che a vincere, quindi seppur avrà un ritmo più lento perchè la strada sarà meno gommata, almeno in questo modo non prende eccessivi rischi. In tutto questo ha dovuto anche abbandonare le ricognizioni per portare a termine una visita medica, necessaria ai fini dell’autorizzazione a correre.

    Ricordiamo che Andreucci è fresco di un brutto incidente in Liguria, dove ad un bivio ha impattato frontalmente contro un muro con la sua Peugeot 208 T16 R5 ed ha provocato un trauma toracico a se stesso ed una frattura del bacino alla storica navigatrice Andreussi, che è ancora in ripresa. Il pilota è però riuscito subito a mettersi a bordo della sua auto per questo weekend, deciso a non mollare.