Rally di Sardegna 2018: giro di boa anche per il team Citroën Total Abu Dhabi WRT

Siamo a metà della stagione 2018 del WRC, così il team Citroën Total Abu Dhabi WRT intensifica i propri sforzi

da , il

    Rally di Sardegna 2018: giro di boa anche per il team Citroën Total Abu Dhabi WRT

    Siamo arrivati al giro di boa di questo Campionato del Mondo di Rally 2018, con il settimo appuntamento del calendario WRC: il Rally di Sardegna. Nel contesto della grande isola italiana, soleggiata e che propone scenari balneari mozzafiato, gli equipaggi dei vari team si daranno battaglia per cercare di portare a casa quanti più punti possibili, che adesso cominciano a diventare sempre più fondamentali in ottica classifica generale. Il team Citroën Total Abu Dhabi WRT è tra i partecipanti e schiererà i suoi equipaggi a bordo delle Citroen C3 WRC.

    Guarda anche:

    Come al solito il Rally di Sardegna non si presenta particolarmentefacile per gli equipaggi, perchè in alcuni tratti le carreggiate lasciano a stento passare un’auto ma soprattutto perchè quest’anno i parcorsi sono stati leggermente cambiati rispetto allo scorso anno. Alcune prove speciali hanno dei passaggi differenti, piccolezze che però poi riportano su strade già abbondantemente conosciute, mentre la speciale di Castelsardo, in programma venerdì, è completamente nuova e dura poco più di 14 chilometri. La parte più ostica di tutto il weekend piloti e auto la incontreranno il sabato, poichè sono in programma oltre centocinquanta chilometri cronometrati e prove speciali molto lunghe, che si articolano quasi per 30 km.

    In questo contesto il team Citroën Total Abu Dhabi WRT farà scendere in campo due equipaggi a bordo delle Citroen C3 WRC, guidate da Ostberg e Breen. Il primo è al suo ritorno al Rally di Sardegna, tappa che gli piace a lungo la quale si trova a suo agio, quindi potrà cercare di convalidare le impressioni positive e l’ottimo feeling già instaurato con la sua auto. Il secondo, Craig Breen, non è di certo un veterano di questo rally ma avrà a disposizione a sua volta un paio di giorni di test, per cercare di prendere confidenza con il tracciato e provare a concretizzare una prestazione degna di nota.

    Il Rally di Sardegna in numeri: saranno 20 le prove speciali che i piloti affronteranno, per un totale di 314,36 km. Con 30 gradi ambientali e 50 gradi come temperatura di asfalto, fattore che mette non poco sotto sforzo le gomme, a fine delle speciali negli abitacoli delle auto sono rilevati anche 60 gradi.