Rally Isola D’Elba: per le Peugeot 208 T16 occhio alle insidie

Campionato Italiano Rally 2018 ormai arrivato nel vivo della stagione. Questa volta gli equipaggi correranno all'isola D'Elba

da , il

    Un nuovo appuntamento si sta delineando nel circuis del Campionato Italiano Rally 2018, che per correre la nuova tappa si è spostato direttamente all’isola D’Elba. Questo Rally Isola D’Elba 2018 fa segnare un ritorno della schiera di auto del CIR sull’isola, che quest’anno vede ancora una volta Paolo Andreucci dominare la classifica generale piloti assieme alla sua navigatrice Anna Andreussi.

    Guarda anche:

    Il Rally Isola D’Elba 2018 si articolerà lungo un totale di 10 prove speciali su asfalto, per una distanza complessiva di 151.48 km sotto lo scorrere della lancetta sul cronometro. Tutti gli equipaggi sanno che questi percorsi potrebbero nascondere delle insidie e degli imprevisti, ma il focus è quello di fare del proprio meglio. Sotto le effigi ed i colori di Peugeot Sport Italia partiranno come sempre Andreucci e Pollara, entrambi motorizzati con le Peugeot 208 T16.

    Il primo dei due è ormai in pianta stabile al primo posto della classifica assoluta, con ben 20 punti di distacco dal diretto inseguitore nonostante i pochi appuntamenti già passati, il secondo è intenzionato a ribaltare la striscia di sfortune che l’hanno costretto a non brillare quanto avrebbe potuto nelle scorse gare. L’idea di Pollara è quella di guadagnarsi un posto tre le prime cinque posizioni al termine della gara, motivo per il quale si sente estremamente determinato nel cercare di correre bene ma soprattutto senza fare errori. Il campione in carica Andreucci pensa alle insidie che potrebbero portare le prove come la Porto Azzurro – Volterraio, diversa per circa il 60% dal passato, ed i cambi di temperatura dovuto ai passaggi da strade su livello mare a strade più in alto.