Re Artù? No, Valentino Rossi.

Re Artù? No, Valentino Rossi

da , il

    Re Artù? No, Valentino Rossi.

    Valentino, si sa, è il re della comunicazione.

    Bando alle ciance, fiato alle trombe, anche quest’anno, il campione di Tavullia si è presentato in pista con un nuovo “logo”.

    E se, finiti i tempi di bambole gonfiabili, Biancaneve con i sette nani al seguito, Polleria Osvaldo (a dire il vero, ultimamente riproposta con successo) e cani congelati, ora il “favoloso” centauro si ispira al regno di Camelot.

    Durante i test, infatti, Rossi ha sfoggiato sul cupolino della sua nuova M1 800cc, una spada che lancia ai rivali cattivi presagi.

    E′ un riferimento alla Spada nella roccia ed a Excalibur, – fa sapere ilcampione italiano – significa che siamo pronti a lottare per dare il meglio di noi“.

    Sicuramente. guai a non crederci. Valentino è pronto a sguainare tutte le sue armi e cercare in tutti i modi di correggere quei “graffi” che offuscano il numero 1 inciso sulla spada.