Renault, c’è voglia di vendere il team F1

Le Renault avvisa che potrebbe lasciare la Formula 1 alla fine del 2009

da , il

    Se a parlare è il mega-presidente Carlos Ghosn, vuol dire che qualcosa si sta muovendo davvero. La Renault sta seriamente pensando di abbandonare la Formula 1. Non tanto per la nota diatriba con la FIA di Max Mosley, quanto per la questione dei diritti commerciali.

    CARLOS GHOSN. ?Siamo noi a fare lo show, a portare tecnologia, motori, a ingaggiare i piloti, quindi siamo noi a fare tutto ed e’ necessario che gli introiti tornino a noi”, Carlos Ghosn sintetizza con queste parole il proprio pensiero nei confronti dell’attuale gestione della ricchezza prodotta dalla Formula 1. La sua richiesta è chiara e nulla ha a che vedere con la trattativa portata avanti da Flavio Briatore con la FOTA contro le nuove regole imposte dalla FIA. Secondo Ghosn c’è bisogno di ricontrattare la spartizione degli introiti. Altrimenti, la Renault potrebbe decidere di lasciare il Circus senza troppi patemi.

    RENAULT F1. La dimostrazione che c’è del vero nelle parole del Presidente arriva a stretto giro di vite, quando dal gruppo esce un comunicato diretto ai propri fornitori esterni nel quale vengono avvisati del rischio che questo sia l’ultimo anno della casa francese in F1. Ricordiamo, oltretutto, che a fine 2009 scade anche l’accordo commerciale con il main sponsor ING e che insistenti voci danno lo stesso Flavio Briatore vicino all’acquisto della fabbrica di Enstone. Il manager piemontese, infatti, sembrerebbe intenzionato a restare nel Circus, tentando di replicare il caso Honda-Brawn.

    BENETTON F1. Non c’è nulla di vero, invece, nel ritorno del binomio Briatore-Benetton. Il vice presidente del gruppo, Alessandro Benetton, ha dichiarato: “E’ un capitolo chiuso e irripetibile. E’ stato bello. abbiamo vinto in un tempo in cui c’era l’opportunita’, per chi non era costruttore di auto, di essere competitivo. Oggi e’ un territorio solo di chi opera nel comparto”.

    Foto: www.wikipedia.org