Rossi, Alonso e i 12 secondi…

Valentino Rossi saluta la F1 e chiama ancora in causa Alonso

da , il

    Rossi, Alonso e i 12 secondi…

    Valentino Rossi saluta la F1 e se la prende con Alonso.

    In questi giorni il campione della MotoGP non solo ha ammesso che il suo interesse per le 4 ruote sta scemando, ma ha anche ripreso il filone della sfida nei confronti di Alonso provocando ulteriormente il pilota spagnolo.

    Il limite al numero di giorni di test, Schumacher che resta al 99%, Raikkonen che arriva con altrettanta probabilità (o in alternativa Massa) sono gli elementi che hanno reso l’approdo di Rossi alla Ferrari molto più lontano di quanto non fosse qualche mese fa.

    Al tutto aggiungiamo gli alti stimoli che la MotoGP ancora dà a Valentino ed il gioco è fatto: almeno per il 2007 il Dottore resterà dov’è.

    Come se non bastasse, poi, come interpretare il comportamento di Rossi che continua a sfidare Alonso? Ecco le sue ultime parole:«Alonso ha detto che non ha tempo per la sfida? Secondo me, ha fatto alcuni calcoli e ha capito che perderebbe. Lui sarebbe, come minimo, 12 secondi più lento di me in MotoGp. Sono già veloce anche in Formula 1 e, con qualche prova in più, potrei vincere anche in macchina. La sfida era fantastica però credo di sapere quello che ha pensato prima di parlare. Io gli ho lanciato una sfida in cui due prove erano in macchina, ma lui ha detto che non aveva tempo. Ha fatto alcuni calcoli e ha capito che sicuramente la perderebbe».

    La nostra sensazione è che, visto che non potrà confrontarsi con Alonso in Formula 1, Valentino voglia comunque togliersi la soddisfazione di batterlo e , così, dimostrare di essere lui l’uomo più veloce al mondo. E di fronte ai rifiuti dello spagnolo, altro non può fare che provocarlo.

    Dal canto suo, Alonso, cos’altro potrebbe fare? Imparare a guidare una moto al limite non è affatto semplice e, se accettasse la sfida, perderebbe sicuramente!