Sbk 2012 Misano, Melandri: “mi dispiace per il contatto con Checa!” [VIDEO]

da , il

    Dopo il gran premio di Misano dominato dal romano Max Biaggi che ha vinto sia Gara-1 che Gara-2 e che quindi ora si trova proiettato in vetta al mondiale con un margine sempre più ampio sui suoi avversari, ecco le dichiarazioni dei protagonisti che hanno animato lo spettacolo che le derivate di serie ci hanno offerto sul tracciato intitolato a Marco Simoncelli.

    Partiamo da un Carlos Checa che è forse il pilota che ha più disatteso le aspettative. Infatti lo spagnolo, dopo le prime prove del Venerdì che lo avevano visto brillante protagonista, non è andato oltre il sedicesimo posto nella Superpole, mentre la Domenica ha conquistato sì un secondo posto nella prima manche, ma alle spalle di Biaggi che ha quindi aumentato il suo vantaggio in classifica mondiale, mentre nella seconda manche è stato costretto al ritiro per un contatto con Melandri che ha avuto come conseguenza la scivolata di Carlos. Ma ecco le dichiarazioni del campione del mondo in carica: “Considerando la posizione di partenza, e la difficoltà nel fare sorpassi qui a Misano, il risultato di Gara-1 è stato molto buono. Devo dire che non mi aspettavo di poter lottare per la vittoria oggi ma sono riuscito a fare una buona rimonta, anche se non è stato per niente facile! Max è stato molto forte, complimenti a lui, ma anche a Davide che ha fatto una bellissima gara. Riguardo gara 2, cosa dire? Quest’anno sembra che le prendiamo da tutte le parti. Mentre facevo la curva, Marco mi ha spinto fuori, strano perché di solito sta più attento, ma è andata così. Un grande peccato perchè abbiamo perso l’opportunità di fare un’altra bella gara e prendere dei punti importanti“.

    Davide Giuliano ha ottenuto un’ottimo terzo posto in Gara-1, mentre in Gara-2 una scivolata lo ha tolto dalla lotta per un’altro ottimo piazzamento: “Sono molto contento di come è andata Gara-1, diciamo che gara dopo gara stiamo facendo esperienza e sto provando a mettere a frutto tutto quello che mi hanno dato il team e la Ducati. Sapevo che l’ultima fase della manche sarebbe stata difficile ed è stato così’. Ho cominciato ad avere problemi di grip e in più devo dire che mi sono innervosito un po’ quando ho visto Carlos e Max dietro di me! Sono molto contento del risultato, anche perchè l’ho conseguito qui a Misano. Mi dispiace molto poi per quello che è successo nella seconda manche. Giravo molto forte e forse ho forzato un po’ troppo, finendo per terra. Mi dispiace per il team che ha lavorato così tanto per me tutto il weekend e per i tifosi, ovviamente sono dispiaciuto anche per quanto successo a Carlos”.

    Infine passiamo a un altro protagonista che qui ci teneva a fare bene visto che anche per lui era in gran premio di casa e arrivava dalle vittore di Donington e Miller: Marco Melandri che con la sua BMW qui a Misano ha sofferto molto il problema del chattering in entrambe le gare: “In gara uno ho montato la gomma piccola (180 mm invece di 200 mm ndr) perchè delle grandi ne era rimasta solo una e inoltre quella grande l’avevo provata sabato ma avevo un chattering esagerato e avendone solo tre in dotazione non siamo riusciti ad adattare la moto, a lavorarci sopra; ci siamo concentrati sulla piccola ma in tre punti avevo chattering lo stesso, e alla fine si è distrutta. Nella seconda manche ho montato anche io il gommone, era certamente più consistente come rendimento, ma allo stesso tempo mi limitava nei sorpassi visto che con questo la moto vibrava molto. Sperimo di riuscire a scoprire la causa di questo chattering imprevedibile, lavoreremo in questa direzione durante i test ad Aragon prima della prossima gara. Infine per quanto riguarda il contatto con Carlos, ero in piena rimonta, ho visto spazio all’interno e sono entrato, lui non mi ha visto ha chiuso la traiettoria e mi ha preso nella gamba. La mia ruota davanti era già davanti, non potevo più vederlo, mi dispiace tantissimo!

    Si ringrazia EUROSPORT per la possibilità concessaci