SBK Donington Gara 1: Sykes in ripresa per il Mondiale, Melandri secondo [FOTO]

da , il

    Motori accesi! Leon Haslam non prenderà parte alle gare perché la sua gamba non gli consente neanche di piegarsi a raccogliere i guanti, figuriamoci di correre. E dopo il dolce bacetto del Dottor Costa e la faccia sconsolata di Leon, è l’ora di entrare nel vivo della Superbike con la prima delle gare della domenica! Nel frattempo anche a Vallelunga cominciano le gare del CIV, chi potesse andasse a vederle che ne vale la pena. Noi invece vi scriviamo del Mondiale, di come va e di come evolverà la classifica adesso che si entra nel pieno del campionato, tutto LIVE! su Derapate.it!

    Guarda anche:

    Donington – FIM Superbike World Championship – Race 1

    1. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 34’10.881

    2. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 34’13.260

    3. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 34’14.689

    4. Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 34’17.641

    5. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 34’24.530

    6. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 34’26.432

    7. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 34’28.334

    8. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 34’30.019

    9. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 34’38.619

    10. Michel Fabrizio (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 34’41.698

    11. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 34’42.492

    12. Carlos Checa (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 34’42.697

    13. Niccolò Canepa (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 34’42.811

    14. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale R 34’53.906

    15. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 35’40.992

    RT. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 27’50.190

    RT. Alexander Lundh (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 22’01.444

    RT. Leon Camier (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 3’05.872

    ORE 13:35 BANDIERA A SCACCHI! Sykes va a vincere da dominatore la prima gara in terra inglese, seconda posizione per Melandri mentre la terza posizione è appannaggio Aprilia con Sylvain Guintoli. Qui sopra la classifica finale

    Al Ventesimo giro Giugliano buca Laverty due volte appoggiandosi alla carena dell’Irlandese, che rischia di mandare per terra entrambe nel tentativo di tornare davanti. Davanti invece Sykes continua ad essere saldamente in testa, mentre Melandri a denti stretti come segnalato da cartello difende la seconda posizione. Tra Guintoli e Rea è battaglia aperta, ma il risultato sembra a favore della Aprilia.

    Al Quindicesimo giro la bagarre è di casa nel primo gruppo, Guintoli Melandri e Rea si stanno gonfiando di botte per avere quei due posti sul podio rimanenti, con Sykes che ha fatto un pò di gap e si è messo saldamente in testa. Al momento davanti agli inseguitori il Francese, seguito da Melandri sul podio e Rea subito sotto l’ultimo gradino.

    Al decimo giro Melandri fa commettere un dritto involontario a Laverty, cosa che distacca il pilota Irlandese dal primo gruppo e lo mette dietro Davies, che adesso è quinto ma con distacco enorme. Melandri non riesce a ricongiungersi con il gruppetto guidato da Sykes e composto da Rea e Guintoli, tutti sul 38’5 contro il 39’3 di Macio

    Al quinto giro caduta di Camier e contatto tra Checa e Baz, tutto senza conseguenze per fortuna. Addirittura i piloti Ducati e Kawasaki riescono a rimanere in piedi, mentre davanti i primi cinque riescono a fare un ritmo che divide il gruppo, uno guidato da Sykes e composto da Rea, Laverty, Guintoli e Melandri. Secondo gruppo guidato da Davies

    ORE 13:00 Partenza! Numero di Guintoli, che stava per essere lanciato nella stratosfera dalla sua RSV4, e Tom Sykes ne approfitta e si riprende la posizione che gli era stata rubata. Primo giro che vede Rea dietro Sykes, seguito da Laverty che supera Guintoli all’ultimo Hairpin. Sesta e settima la BMW, con Melandri davanti a Davies