SBK Jerez 2014, anteprima: la caccia a Sykes riparte dall’Andalusia

Anteprima del terzultimo round del Mondiale Superbike 2014 da Jerez de la Frontera

da , il

    Dopo “decenni” eccoci a parlare della SBK da Jerez 2014. L’Andalusia attende i piloti della Superbike per il terzultimo round della stagione 2014. Dopo la cancellazione del round sudafricano, rimangono solamente Jerez, Magny Cours e Qatar in questa volta per il titolo 2014. E proprio dalla Spagna si riparte questo weekend dopo oltre un mese e mezzo di sosta dalla pazzesca e convulsa gara di Laguna Seca. Riparte la caccia a Tom Sykes che ha il titolo ampiamente alla sua portata con i suoi 44 punti di vantaggio su Guintoli e 65 su Jonathan Rea. Più staccati e fuori dai giochi per il titolo Melandri (in odore di ritorno in MotoGP nel 2015 con Aprilia) e Baz, alla ricerca della prima vittoria 2014 dopo alcuni podi. Chi non sarà della partita in questi ultimi tre round è la Bimota: scaduta la deroga, la casa riminese non può far altro che ritirare le sue BB3 dal campionato lasciando perciò Badovini, Iddon e il team Alstare a cercarsi altre sistemazioni.

    Guarda anche:

    Aspettative

    Non essendo l’ultima gara come l’anno scorso, c’è una attenzione tutta diversa su questo terzultimo appuntamento del 2014. Tom Sykes ha in mano il titolo e a Jerez avrà il suo primo match point per chiudere i conti e confermare il titolo 2013. Gli avversari più insidiosi per il barbuto inglese sono come al solito i due piloti Aprilia Guintoli e Melandri e Jonathan Rea con la Honda. Attenzione agli inserimenti di Baz e delle Ducati di Davies e Giugliano. Nella categoria EVO, Salom ha un margine di 37 punti su Canepa che può amministrare in serenità ma attenzione che i pericoli sono dietro l’angolo anche tra le EVO…

    Il tracciato

    Il tracciato di Jerez de la Frontera è stato costruito nel 1985 e aveva una lunghezza di 4218 metri con sede stradale larga 11 metri e contava 13 curve. Nel 1992 vengono apportate delle modifiche per rendere più veloce il tracciato: viene modificata la curva “Sito Pons” e nel 1994 viene inserita una chicane alla curva “Alex Crivillè” (in seguito ai gravi fatti di Imola) portando la lunghezza totale del tracciato a 4428 metri. Nel 2003 viene allungata la corsia d’uscita dai box che termina in curva 1 (“Expo 92“) mentre nel 2009 vengono asfaltate le curve “Expo 92” (curva 1), “Michelin” (curva 2), “Dry Sac” (curva 6) e “Ducados” (curva 13).