SBK Jerez 2017 gara-2, Jonathan Rea: “Bella vittoria, un sogno raggiungere Troy Bayliss”

Il pilota inglese della Kawasaki ha colto la 52^ vittoria in Superbike e ha raggiunto l'australiano nella classifica di tutti i tempi. Rea ha ora nel mirino Fogarty.

da , il

    SBK Jerez 2017 gara-2, Jonathan Rea: “Bella vittoria, un sogno raggiungere Troy Bayliss”

    Jonathan Rea si è aggiudicato anche Gara-2 SBK Jerez 2017. Il britannico della Kawasaki ha disputato un weekend perfetto e con questa fantastica doppietta ha agganciato Troy Bayliss nella classifica dei piloti più vincenti della storia della Superbike. Rea ha infatti toccato quota 52 vittorie nel mondiale delle derivate ed è ora a pari del leggendario australiano. Il suo prossimo obiettivo è quello di raggiungere e superare il leader Carl Fogarty. L’inglese, quattro-volte campione del mondo, si è aggiudicato 59 vittorie in carriera.

    Se Jonathan Rea può esultare per l’ennesima vittoria stagionale, c’è un po’ di amaro in bocca per gli uomini della Ducati. Marco Melandri e Chaz Davies hanno conquistato il podio, ma non sono riusciti a contrastare lo strapotere della “verdona” giapponese. Di seguito le interviste dei tre piloti nel parco chiuso della Superbike.

    Guarda anche:

    Grazie al successo di Jonathan Rea, la Kawasaki si è ufficialmente laureata campione del mondo costruttori. “Abbiamo fatto una grande stagione e siamo riusciti a vincere entrambi i titoli in palio – ha esordito Rea – sono molto contento per questa doppietta a Jerez perchè non avevo mai vinto su questa pista“.

    Rea, grazie alle due vittorie, ha agganciato Troy Bayliss nella classifica delle vittorie: “Se penso a 10 anni fa, per me Bayliss era un grande mito e non avrei mai pensato di raggiungerlo sia come titoli vinti che come vittorie – ha continuato il britannico della Kawasaki – lo vedevo come un eroe e adesso siamo pari. Sono molto contento del lavoro svolto per arrivare a questo livello“.

    Sul podio di Gara-2 anche Melandri: “Purtroppo ho perso tanto tempo dietro a Van Der Mark. Il mio ritmo era buono e credo che il 2° posto sia un grande risultato, forse il migliore possibile. Peccato per questo regolamento che non mi piace molto (è dovuto partire decimo dopo il ritiro di ieri ndr) però dovrò farci l’abitudine. Mi spiace non aver vinto perchè avevo il ritmo per vincere entrambe le gare“.

    Terzo posto per Davies. L’inglese, caduto nel primo giro, è stato graziato dalla bandiera rossa. Nella seconda partenza è riuscito a disputare una grande gara: “Sono soddisfatto per il risultato. Ho recuperato altri punti su Sykes e ora siamo pari e ci giocheremo il secondo posto fino alla fine. Faccio i complimenti al team per essere riuscito a rimettere in sesto la moto in dieci minuti. Questo podio è per loro“.