SBK Magny Cours 2017, Rea: “Il terzo titolo consecutivo è più di un sogno”

Rea si conferma campione del mondo per la terza volta consecutiva. Le sue prime parole da campione. Le dichiarazioni di tutti i protagonisti della gara francese.

da , il

    SBK Magny Cours 2017. Rea vince il titolo per la terza volta consecutiva e lo festeggia vincendo la gara-1 di Magny Cours. Un risultato davvero magnifico che gratifica il grande sforzo fatto dalla Kawasaki e dal suo eccezionale pilota. Queste le sue prime parole da campione del mondo per la terza volta di fila: “Vincere un mondiale era il mio sogno fin da piccolo. Vincerne due di titoli era ancora più difficile, ma vincere ancora per la terza volta è una sensazione incredibile. Grazie a tutto il team, tutta la famiglia e i miei bambini che hanno reso possibile questo sogno“. Bastavano solamente cinque punti per tornare a laurearsi campione della SBK e Rea lo ha fatto nel migliore dei modi, esattamente nel modo in cui ha condotto tutta quanta la stagione, dominata dall’inizio alla fine.

    Guarda anche:

    Le parole dei protagonisti

    Marco Melandri conquista un bellissimo secondo posto dopo una dura e bella lotta con Sykes: “Era veramente difficile perché all’inizio non si capiva il grip, poi ad un certo punto è migliorato, e alla fine in tanti settori è peggiorato in alcuni altri e migliorati in altri ancora. Sapevo che in tanti sarebbero andati forte nei primi giri e poi sarebbero calati. Ho cercato di star calmo e mi sono detto di cominciare a spingere per prendere Tom Sykes. All’ultimo giro pensavo che Tom avesse mollato, ma poi è ritornato duro. Il secondo posto è stato bello, sono davvero molto contento. Avevo fatto pochi giri sul bagnato con la Panigale, i ragazzi mi hanno dato una grande moto, bisogna continuare a lottare per queste posizioni“.

    Davide Giugliano fa una buonissima gara in sella alla Honda, con la quale ha girato pochissimo: “Abbiamo fatto un sacco di traversi, e questo è bello. E’ stata meno difficile di quello che mi aspettavo, se veniva a piovere tantissimo era veramente dura. Abbiamo fatto una buona gara, forse ho sbagliato i primi due e tre giri. Prima volta che salgo con questa moto sul bagnato e può andare più che bene“.

    Tom Sykes è orgoglioso del suo podio, terzo posto a soli 14 giorni dall’operazione alla mano sinistra: “Sono stato operato due settimane fa, pensavo che fosse impossibile essere qui e ancora più difficile era pensare ad una prestazione del genere. Sono molto soddisfatto di come è andata la gara, una bella battaglia con Marco Melandri. Domani con l’asciutto potrebbe andare meglio. Faccio le mie più sincere congratulazioni a Johnny Rea per come ha lavorato e per il suo risultato“.

    Chaz Davies ha avuto un sabato tra i peggiori della stagione, terminato col decimo posto: “Adesso non so ancora esattamente cosa sia successo, ma il problema è stato di elettronica. Sono andato bene per tre giri, poi ho provato a cambiare qualcosa ma non ha funzionato bene l’elettronica. Ho distrutto la gomma dietro. Non era possibile guidare la moto in queste condizioni, sono molto triste per questo risultato“.