SBK Misano 2014, pagelle: da dieci a zero! [FOTO]

SBK Misano 2014: tempo di pagelle per la superbike dopo la gara in Italia per il gran premio di San Marino

da , il

    E’ tempo di pagelle per la Superbike 2014. Voti altissimi per gli alfieri Kawasaki a Misano: doppia doppietta per Sykes e Baz nel round italiano del Mondiale e britannico che vola verso il bis iridato. Si salvano anche le Aprilia, mentre bocciamo senza appello Ducati, Suzuki e Honda, anche se per motivi differenti. Di seguito dopo il salto tutti i voti del round italiano, con Tom Sykes che allunga in maniera decisiva nel mondiale, diventando il favorito numero 1 per il titolo.

    Guarda anche:

    PAGELLE ROUND DI MISANO

    SYKES, VOTO 10: che campione l’inglese della Kawasaki! Con una mano ancora dolorante centra la Superpole battendo il record della pista e la domenica domina entrambe le gare dall’inizio alla fine, volando via in classifica generale verso il bis iridato.

    BAZ, VOTO 9: degno compagno di squadra di Tom Sykes. Dopo le polemiche per l’incidente causato in gara-1 a Sepang, il francesino si rifà con gli interessi, centrando due bellissimi secondi posti e resistendo alla grande agli attacchi di Melandri in gara-2.

    BARRIER, VOTO 8: il pilota francese tornava dopo il lungo stop per il grave incidente d’auto che lo aveva mandato in coma. Come se nulla fosse accaduto, Barrier si è subito dimostrato pronto alla gara, finendo per lottare coi migliori piloti EVO. Bentornato!

    MELANDRI, VOTO 7: ha fatto quello che ha potuto il ravennate dell’Aprilia. Sykes era imprendibile, Baz più avvicinabile e infatti ha provato a battagliare in gara-2, ma senza successo. Comunque due podi non sono da buttare e Portimao potrebbe rilanciare il nostro portacolori

    GUINTOLI, VOTO 6: l’esperienza del campione che quando capisce di non essere competitivo si accontenta del minimo sindacale per mettere in cascina punti importanti per il Mondiale. Un quinto e un quarto posto che gli permettono di restare secondo in classifica generale e di tenere Sykes nel mirino

    DUCATI, VOTO 5: voto a metà tra demeriti e sfortuna, perché dai box poco si può fare per la caduta di Davies e lapartenza anticipata di Giugliano in gara-2, ma la scelta sbagliata delle gomme in gara-1 per il pilota romano grida vendetta

    HONDA, VOTO 4: dove sono finiti i giapponesi? a Imola Rea aveva fatto doppietta, a Misano finisce settimo e quinto e perde punti fondamentali in generale. Haslam è decimo in gara-1 e cade in gara-2. Dimenticare in fretta!

    SUZUKI, VOTO 3: fare peggio della Honda era difficile, ma la Suzuki ci è riuscita! Lowes a terra in gara 1 e ottavo in gara-2, Laverty solo nono e poi settimo. Distacchi imbarazzanti dai primi: anche qui urge voltare subito pagina!

    GIUGLIANO, VOTO 0: spiace condannare così nettamente il pilota romano della Ducati, ma gara-1, per sua stessa ammissione, è stata la gara del gambero, mentre la partenza anticipata di gara-2 si commenta da sola. Voleva festeggiare davanti al pubblico italiano e invece è stato uno dei peggiori week end in carriera.