Schumi e la rimonta (im)possibile…

Come sarà ricordato Schumacher nella storia della F1? Pochi dubbi: lui è L’UOMO DEI RECORD

da , il

    Schumi e la rimonta (im)possibile…

    Come sarà ricordato Schumacher nella storia della F1?

    Pochi dubbi: lui è L’UOMO DEI RECORD.

    Vittoriepodiipuntipolepositiongirivelocititolimondiali… è tutta roba sua. E c’è un abisso tra lui e tutti gli altri talenti che questo sport ha espresso.

    Per l’uomo dei numeri si profila ora un NUOVO RECORD da raggiungere. Molto più affascinante degli altri e, soprattutto, DIVERSO.

    Mai nessuno ha recuperato 25 punti in F1 senza approfittare di infortuni dell’avversario.

    Il record assoluto spetta a James Hunt su Lauda del ’76 ma in quell’anno l’austriaco non corse per tre gare dopo le fiamme del Nurburgring e poi risentì comunque dei postumi dell’incidente.

    Ora l’impresa “rimonta” pare seriamente possibile. Soprattutto l’assenza di test fino a dopo il GP di Turchia, permetterà alla Ferrari di affrontare con una certa sicurezza i due prossimi appuntamenti. Le Bridgestone tengono il caldo e la squadra è estremamente convinta e galvanizzata dopo gli ultimi risultati.

    La Renault, dal canto suo, smaltito il “panico” post-Hockenheim ricorda che anche la Ferrari ha fatto un grande salto tra Canada ed Usa a soli 7 giorni di distanza. Per cui in Ungheria le cose potrebbero andare molto diversamente. Inoltre il vantaggi in classifica è comunque sostanzioso e – per finire – ci sarà l’alleato McLaren su cui fare affidamento: il team di Dennis, infatti, ha apertamente ammesso che aiuterà Alonso con l’obiettivo di fregiarsi nel 2007 del N.1 sul musetto.

    Tornando comunque a Schumacher ed alla sua rimonta, la cosa interessante è che si tratta di un record NON “alla Schumi”. Questo, infatti, è l’unico primato che avrebbe potuto detenere anche un pilota “normale” che avesse disposto della miglior macchina nella seconda parte della stagione…

    E, invece, no! Se Schumacher dovesse vincere il mondiale, anche questa impresa andrebbe vista esattamente nell’ottica del personaggio. Perfetto sì, ma anche capace di lottare e non mollare fino all’ultimo.