Si è spento il Motore Cosworth in F1!

da , il

    Si è spento il Motore Cosworth in F1!

    Venerdì scorso a Jerez pochi fortunati hanno potuto sentire l’ultimo rombo.

    All’interno del box della Toro Rosso si è spento l‘ultimo V10 ancora presente in Formula 1 e – contemporaneamente – l’ultimo motore Cosworth. Dal prossimo anno, infatti, la Toro Rosso sarà motorizzata Ferrari mentre la Williams che ha utilizzato i V8 britannici nella stagione 2006 è passata alla Toyota.

    Complice il congelamento dei propulsori, per molti anni, forse per sempre, non sentiremo più parlare di un motorista storico della F1. Cosworth, appunto.

    L’azienda è fondata nel 1958 da Mike Costin e Keith Duckworth .

    Già nel 1959 iniziò la produzione di motori da competizione che gareggiarono nelle serie minori.

    Il debutto in F1 avviene nel Gran Premio di Gran Bretagna del 1964 spingendo una Cooper.

    Nel 1966 su incarico della Ford e del mitico Colin Chapman, proprietario della Lotus, la Cosworth realizzo il DFV, un motore V8 ottenuto accoppiandone due a quattro cilindri FVA. Questo propulsore, divenuto oramai leggendario vinse al suo esordio nel Gran Premio d’Olanda del 1967 con Jim Clark.

    Dal 1968 è messo a disposizione di ogni costruttore e negli anni ’70 viene adottato da un gran numero di squadre. In questo modo, dal suo esordio fino al 1983, riesce ad ottenere 155 vittorie su 326 Gran Premi disputati e 131 pole position.

    Il declino della Cosworth arriva con lo strapotere dei motori sovralimentati. Nel frattempo, comunque, continua il successo in numerose altre categorie. Sempre in F1, invece, nel periodo dal 1987 al 1992 con l’abbandono del turbo, una derivazione dello storico motore DFV continua ad essere utilizzato da squadre minori.

    Contemporaneamente parte un nuovo progetto sempre sotto il marchio Ford, quello del motore HB. Il debutto avviene con la Benetton nel1989 ed è già vittorioso nel Gran Premio del Giappone con Alessandro Nannini.

    Dal 1991 viene preparata una versione “clienti” che equipaggia Jordan, Lotus e McLaren. Quest’ultima fa vincere nel 1993 ben 5 Gran Premi con Ayrton Senna. Gli ultimi 5, peraltro, della sua carriera.

    Nel 1994 arriva il momento dello Zetec-R. Montato sulla Benetton B194 di Michael Schumacher, porta il tedesco e la scuderia trevigiana al primo titolo mondiale.

    Nonostante la vittoria, la Benetton – sotto la guida di Flavio Briatore - decide di passare alla Renault e lo Zetec-R e l’intera Cosworth non troveranno più spazio in scuderie di vertice.

    Nel 1999 viene progettato un V10 che, montato sulla Stewart Gran Prix, trova una vittoria nel rocambolesco GP d’Europa di quell’anno.

    Anche l’ultima vittoria della sua storia in F1 è casuale. A dare loro l’ultima gioia è Giancarlo Fisichella con la Jordan nel diluvio di Interlagos 2003.

    L’ultimo V10 verrà montato sulla Red Bull racing nel 2005 e successivamente, in versione depotenziata, alla Toro Rosso nel 2006. Sempre nel 2006 la Williams è spinta da un V8 Cosworth che, nonostante pare raggiunga la strabiliante soglia dei 20.000 giri, non ha caratteristiche tali in termini di affidabilità e di sviluppo per convincere sir Frank e soci e confermare la fornitura anche nel 2007.

    Curiosità

    La Cosworth ha provato anche, nel 1969, a realizzare in proprio un’intera vettura di F1. Caratterizzata da 4 ruote motrici e progettata da Robin Herd, doveva gareggiare neò GP di Gran Bretagna del 1969. Senza troppe spiegazioni, però, il progetto fu abbandonato. Herd se ne andò e fondò la March.

    link 1 | tutti i motori in F1 dal 1950 al 2007

    link 2 | forumCosworth

    fonte | wikipedia.it