Spa Francorchamps nuova versione dal 2010?

il tracciato di spa francorchamps verrà modificato nel 2010? ripercorriamo la stora di questa storica pista dove si disputa il gp del belgio di f1 e vediamo come sarà in futuro

da , il

    Da sacco di patate a pistola laser, ora il layout del circuito di Spa Francorchamps rischia di cambiare ancora diventando una specie di missilone sbilenco o, se preferite, banana ammuffita. Ripercorriamo la storia del mitico tracciato belga e proviamo ad anticipare le novità future.

    RIDUZIONI NECESSARIE. Una prima sforbiciata gli è già toccata. Come altri circuiti d’altri tempi, vedi il Nurburgring, con l’evolversi della Formula 1 verso lo spettacolo e con la presa di coscienza dell’importanza della sicurezza, si è reso necessario un accorciamento. E’ ovvio, infatti che più il circuito è lungo e meno giri fanno le vetture con conseguente minor visione della corsa da parte del pubblico sugli spalti. Inoltre, aumentando l’area interessata alla corsa, diventa drammaticamente più difficile predisporre commissari, gru, medici e quant’altro serva in termini di sicurezza per i piloti.

    C’ERANO 14,1 KM. C’era una volta, quindi, il GP del Belgio lungo oltre quattordici chilometri. Si trattava di un progetto che vide la luce attorno agli anni ’20 e che sostanzialmente interessava le tre strade di collegamento tra le cittadine di Malmedy, Stavelot e Francorchamps. Il layout non ammetteva molte curve ma solo lunghissimi e velocissimi rettilinei. A modo suo, un grande spettacolo soprattutto dopo alcune modifiche successive che fecero passare le vetture da quello che oggi conosciamo come Eau Rouge e Raidillon.

    I NOSTRI 7 KM. Con l’avvento della cosiddetta F1 moderna e con la comparsa degli alettoni verso la fine degli anni ’60, le medie sul giro da folli divennero letteralmente spaventose. Impossibili. I molti incidenti indussero gli organizzatori su pressione dei piloti a cambiare qualcosa e l’edizione del 1970 che vedete nel video in alto fu l’ultima disputata nel vecchio tracciato. La Formula 1 se ne andò da Spa-Francorchamps per farci ritorno solo nel 1983. Stabilmente dal 1985.

    EVOLUZIONI E RITOCCHI. Nei seguenti 25 anni non sono mancati piccoli e grandi ritocchi che hanno interessato le parti più pericolose nel 1994 e nel 2002. Nel 2007, però, sono arrivate le novità più importanti con il rifacimento di tutta la struttura box e la modifica della chicane bus stop e del tornantino la Source con un bell’allungamento del claustrofobico rettilineo di partenza.

    QUALE FUTURO. L’esperienza di tracciati come quello di Hockenheim ci insegna che anche il futuro di Spa potrebbe essere segnato. Le voci di un possibile drastico taglio non sembra abbiamo molta fondatezza ma sono sintomatiche del clima che si respira su questo tracciato dalla storia tanto affascinante quanto travagliata. Secondo le indiscrezioni, come mostra l’immagine in basso, l’idea sarebbe quella di collegare l’attuale Pouhon a Blanchimont mettendo fuori gioco la chicane Fagnes e la Stavelot, modificando le stesse curve Pouhon e Blanchimont. Per dormire sonni tranquilli, ci basterà sapere che Eau Rouge e Raidillon sono salve?

    Spa Francorchamps nuova versione dal 2010