Stato dell’Arte Honda

Stato dell'Arte Honda

da , il

    Stato dell’Arte Honda

    A quanto pare non bene. A sentire il collaudatore ufficiale della MotoGP, Tady Okada, la strada da fare è ancora tanta. Altro che “la miglior moto possibile!”

    Tranne la Ducati, che sembra al momento quella messa meglio con il nuovo motore da 800 cc, le altre case del Motomondiale 2007 sembrano brancolare tra setting ballerini, motori disobbedienti e potenze-fantasma che non si fanno trovare.

    Sarà vero o forse stanno solo giocando ad uno splendido poker in cui è d’obbligo il bluff più estremo?

    Nei test di Sepang ci siamo resi conto che una delle cose più urgenti su cui dobbiamo ancora lavorare molto è l’aumento della potenza del motore - lamenta Okada – siamo ancora lontanissimi da una forma accettabile. Al momento non mi sento di dire che siamo competitivi, anzi, siamo nettamente un passo indietro rispetto alle altre case. Inoltre le nostre moto vengono costruite sul pilota e rimane ancora da capire come migliorare il rendimento del motore adattandoci proprio alla sensibilità di ciascuno dei nostri piloti. Non sarà facile, ma come sempre noi non siamo qui per partecipare.

    Motori e elettronica a parte, dall’inizio del mese prossimo inizieranno le tanto ambite vacanze per i piloti della MotoGP. Dove andranno? Mentre i paparazzi sono già stati sguinzagliati a dovere, c’è un’anteprima certa: tifosi, accaparratevi un biglietto per il MotorShow…non si sa mai che scappi un autografo di Melandri o Capirossi!