Superbike: Ben Spies ringrazia Yamaha

Lo spettacolare finale del mondiale Superbike ha incoronato campione lo statunitense Ben Spies: a Portimao il pilota Yamaha è arrivato primo in Gara 1 e quinto in Gara 2, superando in classifica finale il ducatista giapponese Noriyuki Haga

da , il

    Lo spettacolare finale del mondiale Superbike ha incoronato campione lo statunitense Ben Spies: a Portimao il pilota Yamaha è arrivato primo in Gara 1 e quinto in Gara 2, superando in classifica finale il ducatista giapponese Noriyuki Haga.

    Spies ride, Haga piange. E’ sempre così quando ci sono vincitori e vinti, ma il giapponese della Ducati ha praticamente buttato via il titolo quando al settimo giro di Gara 1 è finito nella sabbia, mentre il texano è stato praticamente perfetto.

    Gara Uno è stata davvero una gara difficile, all’inizio sono partito per vincere, stando davanti e non interessandomi a nient’altro,” ha commentato Texas Terror al termine di Gara 1, “Poi quando ho saputo che Haga era caduto ho capito che dovevo vincere per recuperare più punti possibili per gara 2. Una volta che hai un vantaggio, non puoi permetterti di essere stupido e buttare tutto all’aria.

    In Gara 2 Spies ha gareggiato in maniera intelligente e ha portato a casa il titolo di Campione del Mondo Superbike 2009. Questa la sua dichiarazione: “Come prima cosa devo ringraziare Yamaha per avermi fornito tutti i mezzi necessari per vincere. E’ stato fantastico, abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare e non e’ stato facile perché il passo di gara era molto veloce e ho visto un paio di piloti che stavano per sorpassarmi. Sapevo che se Nori vinceva dovevo essere almeno sesto cosi ho cercato di evitare situazioni pericolose. E’ stato davvero meraviglioso, non potrò mai ringraziare abbastanza la Yamaha e tutti coloro che mi sono stati vicino in questo mio primo anno qui. Me ne renderò conto nei prossimi giorni!

    
Noriyuki Haga, pur manifestando il suo comprensibile scontento, si è complimentato con il rivale: “Questo weekend abbiamo avuto problemi con la gomma dietro e nella prima gara abbiamo sbagliato a scegliere la gomma e sono caduto. La seconda gara è andata abbastanza bene, ero preoccupato per la tenuta delle gomme ma ho iniziato a spingere molto e sono contento del secondo posto,” ha dichiarato il pilota Ducati, “Peccato per oggi per il titolo mancato ma cercherò di fare del mio meglio il prossimo anno. Complimenti a Ben per il mondiale.

    Haga potrà infatti rifarsi nel 2010, mentre Spies metterà la sua classe al servizio del team Tech 3 in MotoGP.