Superbike Gp Usa 2012, Biaggi: “pronto alla trasferta americana”

da , il

    Superbike Gp Usa 2012, Biaggi: “pronto alla trasferta americana”

    Dopo le dichiarazioni dei piloti dei piloti del team BMW Motorrad Motorsport, in vista dell’appuntamento americano del mondiale Superbike che questo week end correrà sul circuito Miller Motorsport Park, arrivano anche le dichiarazioni dei piloti dell’Aprilia Racing Team, Max Biaggi dovrà difendere il suo primato in una classifica più che mai corta e che vede alle sue spalle diversi piloti che hanno dimostrato più volte in gara la loro grinta, non potrà certo stare troppo tranquillo.

    Le due gare che si correranno sulla pista statunitense potrebbero essere quindi un momento di svolta per questo campionato in cui fino ad ora ha regnato l’equilibrio fra i piloti e nessuno, in ottica mondiale, è stato capace di “fare il vuoto” sugli inseguitori.

    Sia il Corsaro che la moto italiana hanno bei ricordi legati a questo tracciato, infatti Biaggi ci spiega che: “Correre negli Stati Uniti è sempre particolare poichè qui si esce dalla solita routine che accompagna i gran premi europei e l’atmosfera che circonda l’evento è sempre speciale. La pista è molto tecnica e mi piace, infatti sono sempre riuscito a ottenere buoni risultati qui, ogni anno però è sempre più difficile vincere o arrivare sul podio poichè i piloti con cui devo combattere sono sempre più numerosi, ma sono convinto che se riusciamo a trovare fin da subito la giusta direzione in cui lavorare potremo stare là davanti sfruttando le potenzialità della nostra moto“.

    Anche al compagno di team di Biaggi, Eugene Laverty, il circuito statunitense piace (nonostante non lo abbia mai affrontato in sella alla sua RSV4) e in aggiunta in pilota nordirlandese vorrà sicuramente rifarsi del deludente week end di Donington dove non ha brillato con la sua Aprilia, Eugene è il primo ad affermare quanto ci tenga a far bene qui, ricordando anche gli ottimi piazzamenti dello scorso anno: un quarto e un quinto posto, e lo fa dicendo: “Voglio dimenticare la scorsa gara portanto a casa due buoni piazzamenti in questa pista sfruttando anche il fatto che il tracciato americano mi è sempre piaciuto e se riguardiamo i risultati ottenuti dai piloti in sella all’Aprilia su questa pista possiamo vedere che anche la nostra moto si adatta molto bene al circuito. Il fatto di essere attardati nella classifica mondiale non ci demoralizzerà, ma anzi ci darà ancora più forza per lavorare al massimo durante tutto il weekend per tornare a combattere per le posizioni che ci spettano”.