Superbike Portimao: dichiarazioni Ducati

A Portimao i piloti della Ducati Xerox ha corso una delle peggiori ottenendo risultati di sicuro non degni delle Rosse di Borgo Panigale e Michel Fabrizio ne è consapevole

da , il

    Michel Fabrizio non può che essere deluso per la sua prova di Portimao: dopo un ottimo esordio a Phillip Island, il pilota del Team Ducati Xerox ha gettato via quanto di buono fatto e si è reso protagonista di una prestazione davvero pessima.

    Sorridono invece (e a ragione) i piloti del Team Althea Racing: in questo inizio del mondiale Superbike le loro Ducati private vanno molto meglio di quelle ufficiali e la posizione in classifica di Carlos Checa e Shane Byrne è felice quanto inaspettata.

    A Portimao i piloti della Ducati Xerox ha corso una delle peggiori ottenendo risultati di sicuro non degni delle Rosse di Borgo Panigale e Michel Fabrizio ne è consapevole.

    Diciamo che in questo weekend non siamo mai riusciti a mettere a posto la moto come avremmo voluto. Non sono mai riuscito a trovare il giusto feeling ed ho avuto sempre gli stessi problemi in entrambe le gare,” ha dichiarato al termine della prova il pilota romano, “Abbiamo lavorato molto durante tutto il fine settimana ed abbiamo apportato molte modifiche, anche se le cose non sono mai cambiate molto.

    Diverso l’umore nel Team Althea Racing: Carlos Checa e Shane Byrne si godono il loro momento di gloria, consapevoli che dovranno faticare se vogliono restare nell’olimpo della Superbike.

    Sono soddisfatto per il grande lavoro che abbiamo in questo week end e per i miei due quarti posti,” ha dichiarato Carlos Checa, “Certo salire sul podio è una cosa diversa, ma penso che non potevamo proprio fare meglio di quanto abbiamo fatto.

    Sono abbastanza soddisfatto delle mie due gare, anche se so che il mio potenziale e quello della mia moto sono molto più elevati e che possiamo puntare alla vittoria,” azzarda Shane Byrne, “Ora andiamo a Valencia dove abbiamo provato durante l’inverno e dove sono certo che riusciremo a migliorare ancora e a lottare per le posizioni di rilievo.”