Superclassifica di Derapate, atto XIII: Ungheria

da , il

    Superclassifica di Derapate, atto XIII: Ungheria

    Puntuale come un bullone difettoso quando ti giochi il titolo mondiale, ogni martedì dopo il Gran Premio arriva la Superclassifica di Derapate.

    Nel campionato mondiale delle più belle brutte figure ci sono sul podio, stavolta, i due aspiranti al titolo: Michael Schumacher e Fernando Alonso!

    Vincitore. Michael Schumacher: visto che 10 punti non li ha presi domenica. E visto che li avrebbe meritati. Glieli diamo noi. Imperdonabile l’errore a 3 giri dalla fine. Come un principiante che non ha niente da perdere decide di fare a sportellate con un Heidfeld più veloce di lui di più di 7 secondi al giro. Come fa a non capire che anche 5 punti sarebbero stati pesantissimi? Questo episodio cancella la fantastica corsa che aveva disputato fino a quel momento.

    Inoltre, la trappola nella quale lo fa cadere Alonso al sabato è stata una vera beffa. Ma uno con la sua esperienza non doveva cascarci lo stesso.

    Secondo. Fernando Alonso. E’ scorretto con Doornbos il venerdì ed è anche “scorretto” con Schumacher il sabato mattina. Per cui il dio della F1 (che tutto è fuorché equo e saggio) decide di togliergli comunque quello che si stava meritando… e gli sbullona una ruota! Aldilà della penalità, giusta o sbagliata che sia, il suo atteggiamento non è stato da campione del mondo. E deve ringraziare solo Schumacher se ora non se lo ritrova a “meno 1″.

    Terzo. Team Ferrari. Ma se lo abbiamo capito noi che Schumacher doveva cambiare le gomme o, perlomeno, che non doveva rischiare nulla nei sorpassi che avrebbe subito dato che ogni punto conquistato sarebbe stato eccellente. Perché i supermegaiperstra-strateghi del box, invece, non l’hanno capito?? Forse a Schumi si era spenta la radio? O forse stava ascoltando la replica della semifinale mondiale tra Germania e Italia ed ha deciso di vendicarsi così??

    Quarto. Commissari di gara. Prendono due decisioni assurde. Sembra che abbiano riscritto il regolamento della F1 nella notte del giovedì, dopo una sbornia. Personalmente sono d’accordo con chi dice che né Alonso né Schumacher avevano tratto vantaggio sportivo da quelle loro manovre, per cui sono solo scorrettezze che nella maggior parte dei casi hanno come conseguenza una multa. Invece loro si inventano questo pericolosissimo precedente… mah! Se volevano aiutare Schumacher, poi, perché essere così pesanti anche con lui?

    Quinto. Gianfranco Mazzoni. FINALMENTE una gara divertente. In questo modo possiamo dimostrare a quelli che dicono che NON E’ COLPA di MAZZONI ma della F1 noiosa… che, invece, è proprio colpa sua! La gara era emozionante e piena di colpi di scena ma Mazzoni era SEMPRE LO STESSO. Usa sempre le sue stesse frasi, non sa leggere la corsa e poi, la perla:”scusa IVAN ma non mi trattengo: Micael Sciùmacher è RECORD!”… raga’ firmiamo la petizione e convnciamo la RAI a metterci qualcuno che sappia farci godere a pieno di questo spettacolo! Non vogliamo un telecronista che parla agli spettatori come se fossero degli idioti, che vive di frasi fatte e luoghi comuni ripetendo sempre le stese 3 notizie per tutto il week-end e che non sa leggere la corsa né dire qualcosa con un po’ di personalità! Ci meritiamo di meglio!

    Sesto. Bridgestone. Sembrava di vedere un motoscafo contro un canotto. Per qualcuno, vedi la Williams, anche senza remi! L’unico che è riuscito a mascherare le pecche dei gommisti giapponesi è stato Schumacher (che comunque si prendeva abbondanti secondi al giro!). Viene da dire “può succedere”… ma è assurdo se si pensa che sono loro quelli con più esperienza in F1 e soprattutto sul bagnato!

    Settimo. Kimi Raikkonen. In effetti l’ha fatta grossa. Aveva le gomme giuste e la macchina OK per vincere. Chissà quando gli ricapiterà un’altra occasione quest’anno.

    Il biondino comunque è evidentemente in stato confusionale. Intanto il suo contratto con la Ferrari comincia nel 2007. Poi quella davanti a sé era una Toro Rosso e NON una ROSSA. E, infine, se proprio voleva entrarci dentro… doveva prima uscire dalla sua McLaren…

    Ottavo. Giancarlo Fisichella. Quando doveva sgomitare con la Jordan nelle ultime posizioni faceva sempre la danza della pioggia per mettersi in mostra e ottenere dei bei risultati. Ora che ha la macchina migliore con Michelin spettacolari diventa piccolo piccolo nel confronto con Alonso. Per di più esce fuori come un novellino…

    Il video con l’incidente di Schumacher:

    Superclassifica del GP di Ungheria

    01. Michael Schumacher – 10

    02. Fernando Alonso – 8

    03. Team Ferrari – 6

    04. Commissari di gara – 5

    05. Gianfranco Mazzoni – 4

    06. Bridgestone – 3

    07. Kimi Raikkonen – 2

    08. Giancarlo Fisichella – 1

    Superclassifica dopo 13 gare:

    01. Juan Pablo Montoya – 45

    02. Giancarlo Fisichella – 44

    02. Gianfranco Mazzoni – 44

    04. Team McLaren Mercedes – 39

    05. Felipe Massa – 29

    06. Team Toyota – 28

    07. Team Ferrari – 27

    08. Yuji Ide – 26

    09. Team Honda – 24

    10. Michael Schumacher – 19

    11. Fernando Alonso – 16

    11. Spettacolo (assenza dello …) – 16

    13. Jenson Button – 12

    13. Motore Cosworth – 12

    15. Takuma Sato – 10

    15. Team Renault – 10

    17. Meteo – 9

    18. Super Aguri – 9

    18. Team Williams – 9

    18. Stella Bruno – 9

    21. Rubens Barrichello – 8

    22. Team Midland – 8

    23. Christijan Albers – 7

    23. Ralf Schumacher – 7

    25. Christian Klien 6

    25. Jacques Villeneuve – 6

    27. SaKon Yamamoto – 5

    27. Commissari di gara – 5

    27. Kimi Raikkonen – 5

    30. Tiago Monteiro – 3

    30. Bridgestone – 3

    32. David Coulthard – 2

    32. Nico Rosberg -2

    34. Sauber BMW – 1

    34. Team Red Bull – 1

    34. Flavio Briatore – 1