Superclassifica di Derapate atto XV: Italia

da , il

    Superclassifica di Derapate atto XV: Italia

    Puntuale ogni martedì, come il cacio sui maccheroni, dopo il GP arriva la Superclassifica di Derapate. Vincitori assoluti della più bella brutta figura del GP d’Italia sono… Briatore e quelli della Renault!

    Vincitore: Flavio Briatore: l’avevo definito – e tutt’ora ne sono convinto – un anti figura di m… per natura divina (o DNA se preferite). Ma stavolta fa un grosso scivolone. Prima spara a zero e poi ritratta “non sono stato capito”. Sembra Berlusconi. Sembra un politico qualunque…

    Forse qualcuno gli ha ricordato quale sarà la sua poltrona tra un paio d’anni. O forse ha avuto paura. Fatto sta che poteva andare fino in fondo. Doveva fare i nomi. Ecclestone, Mosley… insomma: tutti amici suoi.

    Secondo: Team Renault. Si dovrebbe saper perdere. E soprattutto si DEVE saper arrivare al traguardo. Battute a parte, l’impressione – regole e regolamenti esclusi- è che il team francese avesse già considerato suo il campionato. E che non riesca ad accettare non solo l’idea che si sia riaperto. Ma anche che possa perderlo.

    Si è visto che anche SENZA mass damper: le vetture vanno e-come-se-vanno. L’idea del complotto non è da scartare. Ma va capito come mai quelli della FIA avrebbero penalizzato due volte anche Schumacher e perché in quel modo così pesante.

    Terzo: Team Midland. Venduto agli olandesi. E’ riuscito a finire dietro alle Super Aguri un’altra volta. E i russi come lasciano? Con queste parole: “Il team da 20 mesi ad oggi non e’ solo piu’ stabile finanziariamente, ma anche piu’ competitiva sul tracciato, e diventa sempre piu’ forte“. Se quelli che l’hanno comprata c’hanno creduto, possiamo proprio dire che per la ex-Jordan è un passare dalla padella alla brace.

    Quarto: Team Honda. Che spettacolo. Nuovo record, o poco ci manca. Davidson riesce a mandare in fumo due motori nell’arco di pochi minuti. Va bene che Monza è Monza, ma proprio perché è Monza il motore dovrebbe essere particolarmente tenuto d’occhio!

    Quinto: Christian Klien. Deve proprio aver rotto le scatole in Red Bull. Questo è stato il suo ultimo GP. Dal prossimo ci sarà Doornbos. E pensare che ora cominciava ad andare “bene” come Coulthard. O forse è Coulthard che va male come Klien??

    Sesto: Ralf Schumacher. La prossima volta hanno detto che se vuole starsene a vedere la gara da dentro la pista… deve almeno pagare il biglietto! Almeno avesse creato un po’ di scompiglio, avesse fatto qualche incidente spettacolare (senza farsi male, però!). E invece niente. Solo arrivato fino in fondo. Dietro praticamente a tutti. Si fosse ritirato questo di Schumacher…

    Settimo: Luca Cordero di Montezemolo. Dopo quelli che lo chiamano Màicol all’americana e quelli che lo chiamano Mìcael alla tedesca. Ci pensa Montezemolo, nel giorno dell’addio, ad insegnare a tutti la corretta pronuncia del nome di Schumacher: si chiama Maikel! E tutti così sono contenti.

    Ps. Ma Schumacher non ha dato una mezza intervista in inglese, l’avete notato? Ha sempre parlato italiano! Come si vede che i tempi cambiano…

    Ottavo: Vitantonio Liuzzi. Era italiano, era a casa sua. Poteva avere molti più riflettori del solito. Ma lo si è visto? Poco, decisamente, poco. Poi si scopre che nel suo box gira una certa Aida Yespica (vedi foto sotto) e pure le Meteorine del TG4 che, non saranno merce di prima scelta, ma 2 al prezzo di una…

    Aida Yespica e le meteorine alla Toro Rosso

    Superclassifica del GP d’Italia

    01. Flavio Briatore – 10 punti

    02. Team Renault – 8

    03. Team Midland – 6

    04. Team Honda – 5

    05. Christian Klien – 4

    06. Ralf Schumacher – 3

    07. Luca Cordero di Montezemolo – 2

    08. Vitantonio Liuzzi – 1

    Superclassifica dopo 15 gare:

    01. Juan Pablo Montoya – 45

    01. Team McLaren Mercedes – 45

    03. Giancarlo Fisichella – 44

    03. Gianfranco Mazzoni – 44

    05. Team Ferrari – 35

    06. Team Toyota – 33

    07. Felipe Massa – 29

    07. Michael Schumacher – 29

    07. Team Honda – 29

    10. Yuji Ide – 26

    11. Team Renault – 18

    12. Fernando Alonso – 16

    12. Spettacolo (assenza dello …) – 16

    12. Motore Cosworth – 16

    15. Team Midland – 14

    16. Jenson Button – 12

    16. Takuma Sato – 12

    18. Flavio Briatore – 11

    19. Ralf Schumacher – 10

    19. Christian Klien – 10

    21. Meteo – 9

    21. Super Aguri – 9

    21. Team Williams – 9

    21. Stella Bruno – 9

    25. Rubens Barrichello – 8

    25. Sakon Yamamoto – 8

    27. Christijan Albers – 7

    28. Jacques Villeneuve – 6

    29. Commissari di gara – 5

    29. Kimi Raikkonen – 5

    31. Tiago Monteiro – 3

    31. Bridgestone – 3

    33. Luca Cordero di Montezemolo – 2

    33. David Coulthard – 2

    33. Nico Rosberg -2

    36. Sauber BMW – 1

    36. Team Red Bull – 1

    36. Jarno Trulli – 1

    36. Vitantonio Liuzzi – 1