Superclassifica di Derapate, atto XVIII: Brasile

da , il

    Superclassifica di Derapate, atto XVIII: Brasile

    Puntuale come una Samba al Carnevale di Rio, ogni martedì dopo il GP arriva la Superclassifica di Derapate. La classifica delle più belle brutte figure del GP del Brasile vede al primo posto le Toyota, capaci di ritirarsi in simultanea dopo 10 giri di gara!

    Vincitore. Team Toyota. Un cedimento, anzi due, giusto perché la pista era troppo sconnessa per loro. E ormai Jarno Trulli diventa più utile alla causa come addetto stampa per raccontare come mai anche stavolta non ha finito la corsa, rispetto che come gran pilota per vincere delle gare.

    Secondo . Giancarlo Fisichella. Alla Renault esultano e gli fanno i complimenti. Ma solo perché è riuscito nella difficilissima manovra di speronare Schumacher e neanche farlo apposta! Altrimenti con il suo sesto posto, mondiale addio!

    Terzo. Ettore Giovannelli. Almeno una volta in un anno non poteva non finire anche lui in classifica. Schumacher non entra neanche in pista nei 15′ decisivi delle qualifiche. Allo scadere del tempo, però, cammina dietro ai box. L’emozionato e sempre presente Ettorino narra un thriller degno di Hitchcock con un finale a sorpresa che tiene tutti gli spettatori attaccati al divano “dove starà andando Schumacher???“. La tensione sale, si arriva a livelli sublimi, fino a quando interviene l’immenso Giorgio Piola a svelare il terzo segreto di Fatima:”Guarda che Schumacher sta solo andando alle solite verifiche di peso…

    Quarto. Team Red Bull. Va bene dare per perso il 2006 e puntare direttamente all’anno venturo. Ma decidere di non presentarsi neanche in griglia è veramente troppo! Come dite? C’erano? Siete sicuri? Io non me ne sono mica accorto…

    Quinto. Tiago Monteiro. Continua il momento d’oro del portoghese. Ora riesce addirittura a battagliare con Yamamoto. Non ne avevamo ancora parlato, facciamolo ora: forse purtroppo questo non sarà il suo ultimo GP. E poi c’è chi dice che i soldi non fanno la felicità.

    Sesto. Gianfranco Mazzoni. Si conferma con il suo solito stile che vorrei definire commento “parallelo”. Vale a dire limitarsi a leggere i tempi, descrivere di tanto in tanto cosa fa la Ferrari e poi parlare di cose già preparate ma che non hanno minimamente niente in comune con quanto accade in pista. Per quanto è creativo e spigliato, al suo posto potrebbero prendere un commento della playstation, almeno non sbaglierebbe i piloti inquadrati (unico errore, peraltro, perdonabile a qualsiasi commentatore di qualsiasi sport esso sia!).

    Ragazzi, vi ricordo la petizione!

    Settimo. Nico Rosberg. Fa un altro pasticcio da giovane rampante. Stavolta però rischia grosso per via del pauroso botto. E il danno raddoppia perché mette fuori causa il compagno Webber non consentendogli di ritirarsi per rottura del motore verso metà gara…

    Ottavo. Team Ferrari. C’è chi dice: tanto il mondiale era perso. Per cui meglio che Schumi sia partito decimo, almeno c’ha regalato un gran spettacolo. Ma a ben vedere questa Ferrari comincia ad accusare un po’ troppi problemi tecnici.

    Già individuata la causa: Kimi sta cercando casa a Milano. In vista del 2007 dovremo stare tranquilli?

    Superclassifica del GP del Giappone

    01. Team Toyota – 10 punti

    02. Giancarlo Fisichella – 8

    03. Ettore Giovannelli – 6

    04. Team Red Bull – 5

    05. Tiago Monteiro – 4

    06. Gianfranco Mazzoni – 3

    07. Nico Rosberg- 2

    08. Team Ferrari – 1

    Superclassifica 2006 dopo 18 gare:

    01. Gianfranco Mazzoni – 57

    02. Team McLaren Mercedes – 53

    03. Giancarlo Fisichella – 52

    04. Team Ferrari – 51

    05. Team Toyota – 47

    06. Juan Pablo Montoya – 45

    07. Felipe Massa – 30

    08. Michael Schumacher – 29

    08. Team Honda – 29

    10. Team Renault – 28

    11. Yuji Ide – 26

    12. Flavio Briatore – 19

    12. Team Midland / Spyker – 19

    14. Fernando Alonso – 16

    14. Spettacolo (assenza dello …) – 16

    14. Motore Cosworth – 16

    17. Jenson Button – 12

    17. Takuma Sato – 12

    19. Ralf Schumacher – 10

    19. Christian Klien – 10

    19. Super Aguri – 10

    19. Tiago Monteiro – 10

    23. Meteo – 9

    23. Team Williams – 9

    23. Stella Bruno – 9

    33.Team Red Bull – 9

    27. Rubens Barrichello – 8

    27. Sakon Yamamoto – 8

    28. Christijan Albers – 7

    29. Jacques Villeneuve – 6

    29. Nico Rosberg -6

    29. Ettore Giovannelli – 6

    32. Commissari di gara – 5

    32. Kimi Raikkonen – 5

    32. Federica Balestrieri – 5

    35. Bridgestone – 3

    36. Luca Cordero di Montezemolo – 2

    36. David Coulthard – 2

    38. Sauber BMW – 1

    38. Jarno Trulli – 1

    38. Vitantonio Liuzzi – 1