Suzuki chiede una deroga sui motori

La Suzuki avrebbe chiesto una deroga sul regolamento MotoGP, per poter utilizzare tre motori in più per poter avere i mezzi per concludere la sua stagione con Capirossi e Bautista

da , il

    La Suzuki di Loris Capirossi e del giovane esordiente spagnolo, Alvaro Bautista, secondo le indiscrezioni dei soliti ben informati, avrebbe chiesto una deroga all’organizzazione dellla MotoGP per avere la possibilità di utilizzare tre motori in più del previsto per ultimare il proprio Motomondiale 2010. Senza questa chance, la casa motociclistica giapponese non sarebbe in grado di garantire ai suoi piloti, Capirex e Bautista la conclusione del mondiale. Il pilota italiano ha tentato di spiegare le ragioni del suo team sulla particolare richiesta, chiedendo di poter lottare ad armi pari con gli altri team.

    La Suzuki di Paul Denning avrebbe chiesto una deroga sul regolamento della MotoGP 2010, per avere la possibiità esclusiva e straordinaria di poter utilizzare tre motori in più e concludere la sua stagione con Capirossi e Bautista.

    Senza questa concessione, Capirex e il giovane Bautista rischiano di non portare a termine il proprio Motomondiale, diminuendo ulteriormente le moto presenti sulla griglia di partenza della Top Class e lo spettacolo in pista.

    Se è vero che questa può essere l’unica maniera di garantire la permanenza nel mondiale della Suzuki, che già durante la scorsa MotoGP 2009, aveva annunciato un probabile ritiro, con i pochi soldi che girano si dovrebbe pensare ad una riformulazione del regolamento stesso.

    Secondo il veterano, Loris Capirossi non è una questione di mancata equità della Federazione, ma: “si è sempre parlato di questa possibilità. Siamo un team con meno mezzi e meno possibilità degli altri. E comunque nessuno a noi ha ancora detto qualcosa in merito”.