Suzuki MotoGP: obiettivo podio

Il 2009 non è stato un anno favorevole alla Suzuki, ma il team azzurro ha voglia di riscattarsi in vista del prossimo campionato del mondo MotoGP, puntando molto sull'accoppiata esperienza-rinnovamento rappresentata dal veterano Loris Capirossi e l'esordiente Álvaro Bautista

da , il

    Il 2009 non è stato un anno favorevole alla Suzuki, ma il team azzurro ha voglia di riscattarsi in vista del prossimo campionato del mondo MotoGP, puntando molto sull’accoppiata esperienza-rinnovamento rappresentata dal veterano Loris Capirossi e l’esordiente Álvaro Bautista.

    Paul Denning – team manager Rizla Suzuki – rivela che si sta lavorando molto anche sulla moto per trovare già dai prossimi test di Sepang un equilibrio tra affidabilità e rendimento, così da consentire ai due rider di lottare per il podio.

    Paul Denning, team manager Rizla Suzuki, analizza il primo test del campionato del mondo MotoGP 2010 disputato sul circuito di Sepang e pensa già alle prossime prove ufficiali, che si terranno sempre in Malesia a fine mese: “Abbiamo avuto l’opportunità di riflettere su dove siamo, anche se manca poco alla seconda uscita di Sepang,” ha dichiarato il manager inglese, “Il lavoro del team è stato fenomenale e i risultati sono stati evidenti già nel primo test dell’anno: abbiamo avuto due telai nuovi da provare, oltre a molte altre cose. Abbiamo già scelto alcune componenti con cui inizieremo il mondiale e nel prossimo test introdurremo il nuovo motore, con le specifiche complete per il 2010.

    E proprio il 2010 potrebbe essere per la Suzuki l’anno del riscatto dopo una MotoGP 2009 deludente: “Con i risultati alla mano, il 2009 non ha portato i sorrisi che ci si aspettavano, ma Suzuki ha comunque dimostrato di essere fermamente concentrata nel progetto MotoGP, che considera un terreno fondamentale per sviluppare nuove tecnologie,” ha continuato Denning, “L’obiettivo di Suzuki è quello di trovare il giusto equilibrio tra rendimento e affidabilità. Penso che quest’anno, coi nuovi regolamenti, già dalla terza gara, sapremo chi ha preparato con più cura la stagione!