Test a Monza, è tornata la F1

Si è conclusa ieri la tre giorni di test nel circuito di Monza

da , il

    Test a Monza, è tornata la F1

    Si è conclusa ieri la tre giorni di test nel circuito di Monza. I motori di Renault, Williams, Honda, Toyota, Red Bull e BMW sono tornati a rombare in Brianza dopo le polemiche dello scorso inverno. L’obiettivo dei team era quello di testare le vetture in vista dei veloci circuiti di Canada e Indianapolis, prossimi appuntamenti del campionato.

    Il primo giorno il migliore è stato Fisichella, impegnato a testare il motore. Il suo collega Kovalainen, invece, ha fatto alcune prove di pneumatici concludendo con la terza prestazione.

    Secondo tempo per Heidfeld che – assieme a Kubica, quinto – ha lavorato su aerodinamica e freni.

    Quarto è Rosberg, alle prese con le Bridgestone come il suo compagno Wurz, il quale ha subito un problema tecnico in mattinata.

    Problemi anche per Davidson finito col motore arrosto dopo, però, ben 125 giri.

    Giorno 1, i tempi

    01. Giancarlo Fisichella – Renault – 1’23.641 – 97 giri

    02. Nick Heidfeld – BMW Sauber – 1’23.656 – 105 giri

    03. Heikki Kovalainen – Renault – 1’23.737 – 109 giri

    04. Nico Rosberg – Williams Cosworth – 1’23.816 – 69 giri

    05. Robert Kubica – BMW Sauber – 1’24.330 – 81 giri

    06. James Rossiter – Honda – 1’24.565 – 114 giri

    07. Ricardo Zonta – Toyota – 1’24.669 – 75 giri

    08. Anthony Davidson – Honda – 1’24.755 – 125 giri

    09. Olivier Panis – Toyota – 1’25.424 – 78 giri

    10. Alex Wurz – Williams Cosworth – 1’27.017 – 32 giri

    Nel secondo giorno svetta Villeneuve. Oltre al canadese si fanno notare Rosberg e l’altra BMW di Heidfeld. Buon lavoro anche per Fisichella, impegnato con assetti e pneumatici.

    Tra i più assidui in pista registriamo Villeneuve, avvicinato dalle Honda di Button e Davidson e da Kovalainen.

    In ombra le Toyota e le Red Bull, quest’ultime al primo giorno di test.

    Giorno 2, i tempi

    01. Jacques Villeneuve – BMW Sauber – 1’23.370 – 125 giri

    02. Nico Rosberg – Williams Cosworth – 1’23.429 – 75 giri

    03. Nick Heidfeld – BMW Sauber – 1’23.512 – 99 giri

    04. Giancarlo Fisichella – Renault – 1’23.664 – 96 giri

    05. Heikki Kovalainen – Renault – 1’23.689 – 113 giri

    06. Anthony Davidson – Honda – 1’23.989 – 118 giri

    07. Jenson Button – Honda – 1’24.392 – 123 giri

    08. Alex Wurz – Williams – 1’24.402 – 93 giri

    09. Scott Speed – Toro Rosso Cosworth – 1’24.625 – 76 giri

    10. David Coulthard – Red Bull Ferrari – 1’24.806 – 78 giri

    11. Jarno Trulli – Toyota – 1’25.013 – 62 giri

    12. Ralf Schumacher – Toyota – 1’25.025 – 55 giri

    13. Robert Doornbos – Red Bull Ferrari – 1’26.307 – 14 giri

    14. Vitantonio Liuzzi – Toro Rosso Cosworth – 1’27.597 – 14 giri

    Nell’ultimo giorno il primo è Button che raccoglie i frutti del suo intenso lavoro su affidabilità e aerodinamica. Dietro di lui ancora le BMW che confermano il loro buon momento.

    La Williams fa provare Webber che sostituisce Wurz così come per la Honda arriva il turno di Barrichello. Fisichella, fresco di rinnovo, conclude egregiamente il suo lavoro.

    Lavoro ancora difficile per la Toyota, lontano da fare risultati incoraggianti e per la Red Bull che, annotiamo, ha fatto tornare a girare Doornbos dopo il disturbo alimentare che lo aveva bloccato il giorno precedente.

    Giorno 3, i tempi

    01. Jenson Button – Honda – 1’22.925 – 135 giri

    02. Robert Kubica – BMW Sauber – 1’23.318 – 89 giri

    03. Jacques Villeneuve – BMW Sauber – 1’23.648 – 124 giri

    04. Giancarlo Fisichella – Renault – 1’23.793 – 57 giri

    05. Rubens Barrichello – Honda – 1’23.877 – 90 giri

    06. Mark Webber – Williams Cosworth – 1’23.916 – 86 giri

    07. Heikki Kovalainen – Renault – 1’23.932 – 108 giri

    08. Jarno Trulli – Toyota – 1’24.037 – 67 giri

    09. Nico Rosberg – Williams Cosworth – 1’24.169 – 80 giri

    10. Ralf Schumacher – Toyota – 1’24.232 – 63 giri

    11. David Coulthard – Red Bull Ferrari – 1’24.416 – 80 giri

    12. Vito Liuzzi – Toro Rosso Cosworth – 1’24.671 – 96 giri

    13. Robert Doornbos – Red Bull Ferrari – 1’25.074 – 70 giri

    Ora, pieni di dati, bagagli e aspettative, le scuderie hanno lasciato Monza puntando verso Montreal dove la prossima settimana ci sarà il nuovo confroto con gli avversari, quello vero.