Test Bahrain F1 2014, Ferrari: telemetria KO per Raikkonen! Guai anche per Red Bull e Mercedes

F1 2014: 3a giornata di test grigia per tutti i team! Ferrari, Mercedes e Red Bull accusano problemi di affidabilità

da , il

    Test Bahrain F1 2014, Ferrari: telemetria KO per Raikkonen! Guai anche per Red Bull e Mercedes

    La terza giornata di test invernali sul circuito del Bahrain, fa venire al pettine qualche nodo! Siamo tutti in attesa di leggere l’ordine di arrivo del Gran Premio d’Australia, gara inaugurale della stagione 2014 di Formula 1, per capire quanto sarà lunga la lista dei ritirati. Nessuno è fuori pericolo. La Red Bull è il top team messo peggio e, anche oggi, ha subito importanti ritardi nei lavori. Anche Mercedes e Ferrari, però, non sorridono: i tedeschi non sono riusciti a completare la loro simulazione di gara mentre gli italiani, causa un problema di telemetria, hanno dovuto metter mano all’intero sistema elettronico. A seguire riportiamo le dichiarazioni dei protagonisti.

    Guarda anche:

    Ferrari: la telemetria di Raikkonen fa le bizze

    Ci sono problemi ben più gravi. Ma quello capitato alla telemetria della Ferrari F14 T di Kimi Raikkonen nel terzo giorno di test in Bahrain, ha dato molto fastidio, perché ha impedito di sfruttare a pieno il tempo a disposizione. L’obiettivo era quello di progredire negli assetti della vettura. Come si legge sul sito della scuderia italiana, il team ha voluto lavorare in modo approfondito sulla noia riscontrata affinché non si ripresentasse più e ne fossero comprese a pieno le cause. “Non abbiamo fatto tanti chilometri quanti speravamo perché anche un problema di entità minore può causare dei ritardi significativi. Questo spiega la complessità dei nuovi sistemi anche se nel pomeriggio siamo riusciti a girare con regolarità. È stato utile per ritrovare il feeling all’interno dell’abitacolo dopo il test di Jerez e per verificare alcuni settaggi sul bilanciamento della vettura”, ha dichiarato Raikkonen.

    Fallita la simulazione di gara della Mercedes

    La Mercedes continua ad accusare piccoli ma costanti problemi tecnici. Stavolta Lewis Hamilton non è riuscito a completare la simulazione di gara. Eppure l’ottimismo regna ancora altissimo. “Abbiamo fatto un buon giro – ha commentato l’inglese ricordando il miglior tempo in classifica dei tempi del day 3spero di riuscire a completare la simulazione di gara nel test della settimana prossima. Sono contento che sia stato individuato e risolto il problema così che non si ripresenti più. La macchina sembra rispondere bene al mio stile di guida”, ha concluso.

    Red Bull: l’incubo ritorna

    Anche la Red Bull non sorride. Ieri Sebastian Vettel aveva illuso. Oggi Daniel Ricciardo ritrova l’amara verità: la RB10 non ha completato più di 28 giri a causa di un problema meccanico al momento non meglio precisato. “Ho fatto dei giri buoni tirando fuori qualcosa. Speriamo di farci trovare pronti domani. La monoposto progredisce ma con lentezza. Dobbiamo avere pazienza visto che sappiamo di essere nella direzione giusta”, ha affermato il pilota australiano.