Valentino Rossi: “A Motegi buon grip, la Ducati può fare bene”

da , il

    Valentino Rossi: “A Motegi buon grip, la Ducati può fare bene”

    Sembra il cliché di questa stagione, la classica frase pregara che porta inevitabilmente a risultati nel migliore dei casi mediocri, dall’inizio della stagione se non dall’anno scorso. Ma non sembra essersi arreso, Valentino Rossi, che ancora non vuole cedere all’idea di un solo 2 posto in stagione come miglior piazzamento, e, nonostante l’imminente divorzio continua a cercare soluzioni ad un problema che probabilmente è più grande persino di lui. Le statistiche dicono che Motegi è una delle gare favorite dalla Ducati, che ha quattro iridi e un podio nel tanto criticato(per la vicinanza con Fukushima) circuito Giapponese.

    Prima di partire, Valentino ha rilasciato alcuni commenti: “Motegi mi piace molto, è una bella pista, c’è un buon “grip” e ne ho un ricordo positivo dall’anno scorso. Nel 2011 abbiamo migliorato il set-up della moto durante tutto il fine settimana e penso che avrei potuto fare una buona gara se non fossi caduto durante il primo giro. Al momento per poter pensare al podio ci manca ancora qualche decimo di passo ma nelle ultime due gare siamo comunque riusciti a girare su un ritmo costante fino alla fine e questo è positivo. A Motegi cercheremo di continuare a lavorare in questa direzione e di sfruttare il potenziale della Ducati che di solito su questa pista è molto veloce”.

    Altri commenti da Nicky Hayden, ancora alle prese con il suo infortunio rimediato ad Aragon : “In Giappone il motociclismo ha una grande tradizione e ci sono tanti appassionati che seguono lo sport. Una bella cosa anche se, personalmente, non posso dire che la pista di Motegi sia una delle mie favorite o una di quelle in cui vado meglio. Inoltre, anche se pensavo di non avere riportato alcuna conseguenza dalla caduta di Aragon, successivi esami più approfonditi, radiografia e scansione, hanno rivelato una frattura al radio della mano destra. Non è il massimo ma, detto questo, il dolore non è molto e sento di avere anche abbastanza forza nella presa quindi il tutto non dovrebbe creare grossi problemi per il prossimo week-end. Nelle competizioni ci sono sempre momenti altalenanti: in Giappone cercheremo di superare questa fase e di ottenere un risultato che ci ridia fiducia”.

    Per concludere, Vittoriano Guareschi, Team Manager Ducati, ha detto : “Motegi è una pista dove la nostra squadra ha ottenuto tanti buoni risultati. L’anno scorso avevamo fatto un buon lavoro sul set-up della moto anche se poi in gara non abbiamo potuto sfruttarlo perchè Valentino è caduto dopo un contatto al primo giro e Nicky, che girava su un buon passo, ha commesso un piccolo errore mentre era in quarta posizione, che ha condizionato il suo risultato finale. Da qualche gara, con Vale, stiamo lavorando su un set-up del quale domenica potremo avere un’ulteriore verifica. Tra l’altro un buon “grip” di solito ci aiuta e l’asfalto della pista giapponese offre una buona aderenza. Nicky dovrà vedersela con un’altra piccola frattura alla mano ma è un ragazzo molto determinato e ci ha rassicurato sulle sue condizioni e soprattutto di aver tutte le intenzioni di rimettersi subito in azione”.

    Moto GP San Marino, la Gara

    Visti i commenti, aspettiamoci il solito week end in salita, ma almeno gestito e vissuto con entusiasmo. E chi lo sa, potremmo avere anche qualche piacevole sorpresa, se consideriamo che ci sarà anche il rientro di Casey Stoner. Si tornerà a vedere un pò di Bagarre? Speriamo.

    Foto BY AP/LaPresse