Valentino Rossi: “a Phillip Island gara d’attacco”

Domani a Phillip Island l'italiano Valentino Rossi partirà dalla seconda posizione, alle spalle della Ducati di Casey Stoner

da , il

    Domani a Phillip Island il campione del mondo in carica Valentino Rossi partirà dalla seconda posizione, alle spalle della Ducati di Casey Stoner. Il pilota della Yamaha è dispiaciuto per la mancata pole nelle qualifiche del Gran Premio di Australia ma non dispera: “Un errore mi è costato la pole, ma il secondo posto va bene.

    Al termine delle qualifiche Valentino Rossi ha dichiarato è un “peccato non fare la pole”, ma che domani correrà una gara d’attacco per cercare la vittoria.

    Sono soddisfatto perché abbiamo fatto un buon lavoro e abbiamo trovato un buon setting”, ha commentato, “Purtroppo ho fatto un piccolo errore nell’ultima parte del tracciato che non mi ha permesso di conquistare la pole, ma il secondo posto va bene.”

    Rossi è restato a lungo in pole, ma negli ultimi minuti un irresistibile Stoner gli ha strappato la prima posizione per la felicità dei tifosi di casa.

    L’attuale campione del mondo di Motogp non ha potuto rispondere ai tempi dell’australiano perché aveva terminato le gomme morbide a sua disposizione, e questo su un circuito dove è impossibile usare le dure per il troppo freddo è stato determinante: “Speriamo nell’asciutto, per fare una bella gara. In ottica campionato è già un buon risultato perché potrò partire davanti a Lorenzo e sono più veloce di lui,” ha detto il Dottore, “Domani cercherò di fare una gara d’attacco per giocarmi la vittoria.”

    Ovviamente Valentino guarda alla sua prestazione ma contemporaneamente getta l’occhio su cosa combina il suo compagno di scuderia e diretto avversario nella corsa al titolo iridato, Jorge Lorenzo: “Ho un buon vantaggio sul mio compagno di squadra che è la cosa più importante per la rincorsa al titolo,” ha dichiarato, evidentemente soddisfatto di poter partire davanti al rider spagnolo (relegato in seconda fila al quarto posto e mai davvero competitivo).