Valentino Rossi: al Mugello per tentare l’exploit?

da , il

    Valentino Rossi: al Mugello per tentare l’exploit?

    AP/LaPresse

    Domenica il circus delle MotoGP correrà sul circuito del Mugello, nono appuntamento della stagione 2012. Con questo gran premio tutti i piloti vorrebbero rilanciarsi per una seconda metà di campionato migliore e forse quello che ha più bisogno di essere rilanciato verso posizioni che contano è Valentino Rossi che arriva dal suo miglior risultato sull’asciutto dopo la gara del Sachsering e vede avvicinarsi una pista fra le sue preferite e dove ha sempre fatto bene.

    Vale può infatti vantare ben 9 vittorie su questo tracciato e a questo bisogna aggiungere che il circuito toscano è la pista di casa per la Ducati. Inoltre se si tiene conto che sulla pista tedesca sia Nicky che Vale hanno trovato delle regolazioni promettenti per la messa a punto della GP12 alllora non si può non sperare nell’exploit dei ducatisti proprio nel gran premio d’Italia spinti dai numerosi tifosi che riempiaranno le tribune del Mugello.

    Ecco ora le dichiarazioni di Valentino Rossi: “Al Sachsenring domenica scorsa abbiamo usato una messa a punto che ci ha permesso di essere più costanti e di stressare un po’ meno la gomma posteriore, arrivando fino a fine gara con un passo discreto. È stato il nostro miglior risultato complessivo sull’asciutto e quindi adesso dobbiamo partire da questa base per cercare di fare meglio al Mugello. C’è il Gran Premio d’Italia, dobbiamo fare un extra sforzo, io compreso, per fare bene nella nostra gara di casa. È una delle piste più belle del mondo sia per il disegno del tracciato sia per l’atmosfera, per tutti i tifosi che vengono a vederci e sostenerci. Bisogna davvero cercare di fare tutto il possibile“.

    Rossi se vorrà davvero stupire tutti con una prova maiuscola e, perchè no, un piazzamento importante, dovrà dare il meglio di se stesso sin dalle prime libere di venerdì, non lasciando nulla di intentato, fino all’abbassarsi della bandiera a scacchi di domenica pomeriggio. Certamente Vale non deve dimostrare niente ma deve far capire a tutti che ha ancora fame di vittoria e non è soddisfatto da gare nelle retrovie e da piazzamenti discreti.

    Il Dottore può ancora fare il miracolo e fare esplodere i 100 mila del Mugello e i 4-5 milioni di italiani davanti alla tv. Ripetiamo: serve il miracolo. E Rossi può dimostrare in pista, con una gara maiuscola, che è pilota da podio alto e perchè no magari anche qualcosa di più, e che il matrimonio con Ducati ha ancora ragione di essere. A trarne vantaggio sarebbe certamente tutto il movimento del motociclismo.