Valentino Rossi al Mugello vorrebbe riprovare il forcellone in alluminio

Rossi potrebbe riprovare il forcellone in alluminio nel prossimo test della MotoGP sul circuito del Mugello

da , il

    Valentino Rossi al Mugello vorrebbe riprovare il forcellone in alluminio

    Secondo le indiscrezioni dei soliti ben informati la Ducati non ha abbandonato il forcellone in alluminio e Valentino Rossi vorrebbe riprovarlo il lunedì dopo il Gran Premio del Mugello, nel test ufficiale che si terrà sulla pista italiana. Nel test privato che Rossi ed Hayden fecero in Italia a fine maggio, il Dottore ebbe buone sensazioni, mentre l’americano decise di scartarlo subito. Rossi affermò che con l’alluminio riusciva ad entrare meglio in curva e a percorrere la stessa, ma poi una volta testato nella prima giornata di libere del GP di Catalunya, sulla sua Ducati si creò il fastidioso chattering sull’anteriore.

    Dopo aver confermato la sua scelta di approdare in Ducati, dopo i rumors di mercato che lo vogliono lontano da Borgo Panigale, il Dottore sembrerebbe destinato ad abbandonare il vecchio forcellone in carbonio.

    Secondo quanto riportato da motograndprix.it e stando alle ultime affermazioni di Vito Guareschi, in Ducati stanno portando avanti lo sviluppo di due diversi forcelloni in alluminio, anche se fino ad ora i miglioramenti prodotti sulla moto non sono stati importanti e la competitività della moto non è ancora migliorata dall’inizio di questo Motomondiale 2012.

    Dunque, ancora l’alluminio per l’ennesimo tentativo dei tecnici di fornire a Rossi una moto fatta a sua misura. Nei precendenti test, il suo capotecnico Jeremy Burgees affermò che: “Nello sviluppo di un progetto non è detto che si facciano sempre passi avanti. In questo caso credo sia meglio metterlo da parte per un pò. Perchè alla fine questo forcellone in alluminio ci da la rigidezza nella torsione che abbiamo con quello in carbonio, perciò non vale la pena spendere soldi per costruire un qualcosa che non ci dà alcun miglioramento”.

    Anche Guareschi accantonò il progetto ma a Borgo Panigale vogliono capire perchè sia Honda che Yamaha usano l’alluminio, mentre la Desmosedici sembra allergica a qualsiasi innovazione in stile “moto giapponese”, presentando più volte i soliti problemi di chattering nell’entrata e percorrenza della moto in curva.