Valentino Rossi: Ducati ci prova

La Ducati, nel giorno della sua presentazione a Madonna di Campiglio, svela di avere l'idea di convincere Valentino Rossi a salire in sella alla Desmosedici poichè si formerebbe una coppia atomica delle due ruote tutta made in Italy

da , il

    Dopo un’estate intera passata a rincorrersi, la Ducati e Valentino Rossi sembrano aver trovato il giusto modo per potersi avvicinare. Infatti, l’anno prossimo i contratti di Rossi, Casey Stoner, Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa saranno in dirittura di arrivo e molti pioti potrebbero cambiare bandiera. Innanzitutto, Rossi andrebbe in Ducati a formare un duo moto-pilota veramente formidabile e Stoner si accaserebbe volentieri dal suo vecchio amico Livio Suppo, appena traseritosi alla Honda. E Lorenzo? Il Pirata della MotoGP, una volta partito Valentino , non avrebbe problemi a restare in Yamaha.

    La Ducati, nel giorno della sua presentazione a Madonna di Campiglio in occasione di Wroom, svela di avere l’idea di convincere Valentino Rossi a salire in sella alla Desmosedici poichè si formerebbe una coppia atomica delle due ruote tutta made in Italy.

    A svelare il progetto Italy della Desmo è Gabriele Del Torchio, Presidente di Ducati Motor Holding, il quale spiega che: “a noi piacerebbe avere un pilota italiano anche per amplificare l’ambizione di essere ambasciatori del made in Italy”

    Nel giorno di Casey Stoner e della presentazione a Madonna di Campiglio della nuova MotoGP 2010 arriva la prima doccia fredda per il pilota australiano dalle parole di Del Torchio.

    Per quanto ci riguarda, da Borgo Panigale non c’è la benchè minima intenzione di tutelare Casey Stoner, poichè il vero obbiettivo per il 2011, è quello di convincere Rossi a vestire la tuta della Rossa delle moto.

    Ma il presidente Del Torchio annuncia un vero e proprio effetto domino sul mercato piloti 2011 e ne spiega le sue ragioni: “quest’anno è particolare perché scadono molti contratti, quindi c’è una congiunzione astrale per cui abbiamo il contratto di Stoner che scade, il contratto di Rossi che scade, quello di Lorenzo e Pedrosa idem. E’ giusto pensare che nel 2011 ci sarà uno scenario diverso, quale sarà lo vedremo andando avanti. Valentino ha senz’altro un’enorme capacità di comunicazione, è un grandissimo campione e poi è italiano”.

    Mentre il campione di Tavullia gongola per le avances della Ducati, Stoner accusa un brutto colpo, una mazzata che potrebbe accentuare i suoi problemi di stress.