Valentino Rossi-Ducati: Stoner è ufficiale alla Honda

Dopo tanti rumors di mercato è giunta l'ufficializzazione del passaggio, a partire dalla MotoGP 2011, di Casey Stoner dalla Ducati alla Honda

da , il

    Con l’ufficialità resa nota dalla Ducati, sul proprio sito ufficiale del passaggio alla Honda di Casey Stoner, annunciando l’interruzione del contratto a fine stagione, si conclude l’era dell’australiano in sella alla Desmosedici e 4 anni di lavoro che hanno portato vittorie e soprattutto, il titolo mondiale nel 2007. Adesso si attende solo la notizia del trasferimento di Valentino Rossi a Borgo Panigale. Un contratto difficile da definire per via dell’incertezza di Vale sulla sua permanenza in Yamaha e sulle garanzie tecniche richieste dall’italiano alla Desmo.

    Dopo tanto parlare di mercato piloti MotoGP, in chiave 2011, è giunta l’attesa ufficializzazione del passaggio, a partire dal prossimo Motomondiale, di Casey Stoner dalla Ducati alla Honda ufficiale.

    Già dalla prima gara dela Qatar, ancor prima che si corressero le prime libere di Losail si era parlato di un contratto già firmato dall’australiano per sancire l’unione con HRC.

    L’ufficialità del passaggio di Stoner in Honda è determinante per lo sbloccarsi di tutte le altre situazioni, in attesa solo di essere confermate. La prima è sicuramente quella del tanto chiacchierato e ormai scontato matrimonio tra Valentino Rossi e la Ducati. Con la partenza di Casey, una Desmosedici è ufficialmente libera, mentre Nicky Hayden dovrebbe essere riconfermato in occasione del Gran Premio di Laguna Seca.

    La trattativa tra Rossi e Ducati potrebbe addirittura subire una decisiva accellerata nel prossimo week end, quello del Sachsenring, dove con tutta probabilità, il campione di Tavullia effettuerà un altro test e potrebbe decidere di annunciare la sigla sul clamoroso contratto che lo porterà a Borgo Panigale.

    L’accordo che sta valutando attualmente il Dottore, tratta di un biennale da 13 milioni a stagione con diverse opzioni sui diritti d’immagine e sulla composizione del team di meccanici e tecnici che andrebbero a curare la futura Desmo numero 46.