Valentino Rossi, “La caduta non ci voleva”

MOTOGP SPAGNA - Valentino Rossi se la prende con la caduta che nelle qualifiche gli ha fatto perdere tempo prezioso e lo ha costretto a salire in sella alla Desmosedici di riserva: alla fine però resta il dodicesimo tempo che al via del Gran premio di Spagna di MotoGP lo costringerà a partire dalla quarta fila

da , il

    Valentino Rossi, “La caduta non ci voleva”

    MOTOGP SPAGNAValentino Rossi se la prende con la caduta che nelle qualifiche gli ha fatto perdere tempo prezioso e lo ha costretto a salire in sella alla Desmosedici di riserva: alla fine però resta il dodicesimo tempo che al via del Gran premio di Spagna di MotoGP lo costringerà a partire dalla quarta fila.

    Valentino però continua ad essere ottimista e sostiene che con una buona partenza potrebbe portarsi avanti, anche se è consapevole del fatto che le Honda di Stoner e Pedrosa sono per lui irraggiungibili.

    VALENTINO ROSSI – “Purtroppo questa caduta non ci voleva perché stavo andando piuttosto bene con la moto giusta, quella che mi piaceva di più e che avrei usato dopo per fare il tempo con la gomma morbida,” ha dichiarato Rossi al termine delle qualifiche sul circuito di Jerez, “Ho dovuto girare con l’altra, che era molto diversa, un esperimento che purtroppo non ci ha favorito. Non la sentivo bene e sono stato più lento di questa mattina.

    Il nove volte campione del mondo continua dando la colpa del suo pessimo tempo (Rossi partirà solamente dodicesimo) alla seconda moto Ducati: “Normalmente in qualifica si preparano due moto molto simili ma noi volevamo fare questa prova e ci è andata male,” afferma il Dottore, “Peccato, se dovevo fare un errore è stato proprio il momento sbagliato perché altrimenti la seconda fila era alla nostra portata, potevamo stare con Simoncelli, Spies, Dovizioso, che hanno il nostro passo.” Irraggiungibili invece le Honda di Casey Stoner e Dani Pedrosa: “I primi tre vanno un po’ più forte, ma non sono così lontani come erano in Qatar. La pista mi piace e il nostro passo non è male: vediamo quanto possiamo recuperare se riusciamo a fare una buona partenza.