Valentino Rossi: “la Honda fa di tutto per migliorare, noi no!”

da , il

    Valentino Rossi: “la Honda fa di tutto per migliorare, noi no!”

    Un decimo posto ad Assen, nella sua Assen, non può sicuramente renderlo felice, anche se ormai siamo assolutamente nei suoi standard. Ma Vale non molla, o prova a non mollare. A mollare invece sembra essere la casa di Borgo Panigale che, secondo il pilota di Tavullia, non fa niente per migliorare, mentre la Honda qui ha portato un nuovo telaio e fa di tutto per progredire la moto.

    Parole dure di Valentino Rossi, ormai all’ennesimo sfogo stagionale: “La Honda ha portato un telaio nuovo per risolvere i suoio problemi, noi non abbiamo nulla. Il problema è molto chiaro, dovremmo fare come la Honda, ma evidentemente qui si vede che va bene così.”

    Forse Valentino Rossi non ha tutti i torti. Non è un mistero che si senta poco supportato dalla squadra, però oggettivamente ci si aspetta sicuramente di più da lui, e le volte che viene battuto dal suo compagno di squadra Nicky Hayden, come questa volta, ormai non sono più una novità. Nel paddock non si fa altro che parlare del futuro del pilota numero 46, e il divorzio Vale-Ducati sembra sempre più probabile.

    Chi non sta nella pelle invece è Casey Stoner. C’è chi lo dava già in crisi, forse anche il sottoscritto, qualcuno pensava che, dopo il suo annuncio del ritiro, avrebbe vinto gare e mondiale a mani basse lasciando agli avversari solo le briciole. Invece da quei primi giorni di maggio Casey non è più riuscito a dominare, e anche questo weekend non stava andando nel migliore dei modi, contando la caduta mattutina. Ma l’australiano sorprende tutti, perfino se stesso, con un giro da brividi ed una pole importante che lo rilancia sicuramente nel morale e chissà, anche nel mondiale: “E’ sorprendente essere in pole. Mi sono fatto molto male stamattina e avevo molto dolore dopo la caduta, ma sono risalito in moto nonostante le mie condizioni precarie e ho fatto un gran giro. Ora vediamo per la gara, ho lavorato poco sul long run, vedremo cosa succederà”.

    Anche Jorge Lorenzo è rimasto sorpreso dalla pole del canguro australiano, e a fine sessione di qualifica si deve accontentare pure del terzo posto, sorpassato da Dani Pedrosa. Ma Por Fuera non si preoccupa più di tanto, conscio del piccolo errore commesso nel giro buono e di avere una moto sracompetitiva: “La qualifica è una cosa, la gara un’altra”.

    Già, è proprio così. L’impressione è che sarà, come spesso succede, una gara a tre. Appuntamento a domani.f