Valentino Rossi: la Yamaha gli dà ufficialmente il “bentornato”

da , il

    Non si può dire che la Yamaha non sia contenta di riavere Valentino Rossi sotto la sua ala protettiva. Dopo l’abbandono per l’avventura italiana con Ducati, il pilota di Tavullia torna finalmente all’ovile, per la gioia della casa dei tre diapason e anche di una buona parte di Ducati. Non apprezza troppo Honda, che la sua proposta l’aveva fatta, ma il Dottore aveva già deciso. E così, per mostrare tutta la loro gratitudine, in Yamaha hanno deciso di fare una foto al ritorno di Rossi, con tanto di scritta, e poi di creare un video apposito con tutte le imprese di Valentino fino alla separazione. Speriamo che Jorge non diventi geloso!

    Welcome Home Valentino

    Ed è anche giusto celebrare il pilota che ha condotto Yamaha dove si trova adesso. Nota ex-produttrice di cancelli, la casa di Iwata deve ciò che è proprio a Rossi, che con il suo arrivo nel lontano 2004 portò proprio Yamaha dalle stalle del fondo classifica alle stelle del mondiale, che proprio Rossi vinse al suo esordio. Da li, da quel punto di partenza, si dipanano molte storie e molti racconti, riassunti in 7 anni di M1, 4 mondiali vinti, un secondo posto e 2 terzi posti. Poi arrivò il fenomeno Jorge Lorenzo, e Yamaha decise con Rossi che era ora di guardare al futuro. Cosi il Dottore abbandonò l’ovile, come aveva fatto con Honda alla fine del 2003, pensando di entrare in Ducati, ristrutturare tutto e vincere con la moto con cui Stoner solo era riuscito nell’intento. Ma si sbagliava.

    Adesso non resta che dimostrare a coloro che lo ritenevano finito il fatto che la situazione sia diversa. Mentre da un lato si ritrova a sostenere il confronto non proprio pietoso con il nuovo Campione del Mondo Jorge Lorenzo, che non solo ha dimostrato un abilità impareggiabile ma ha anche perso l’unico vero concorrente (esclusa l’incognita Marquez) che la MotoGP gli offriva, ossia Casey Stoner, dall’altro può fare affidamento su di una moto competitiva, che conosce e sa come funziona. Che, nella sempre più tecnicamente esasperata MotoGP di oggi non è un particolare trascurabile. Sarà sufficiente?

    Lo sapremo tra non molto, manca meno di un mese all’inizio dei test 2013 sia per MotoGP che per SBK, che si trova a dover fronteggiare uno scarso (19) numero di piloti al via. Probabilmente è l’effetto Dorna… Nel frattempo godetevi il video oltre che la foto che Mamma Yamaha dedica al suo Figlio Prediletto. Capodanno è passato, i motori si stanno scaldando nei reparti corse. Si ricomincia ragazzi, manca poco!