Valentino Rossi: “Laguna Seca pista difficile, ma anche bella e divertente”

da , il

    Valentino Rossi: “Laguna Seca pista difficile, ma anche bella e divertente”

    AP/LaPresse

    Questa domenica la MotoGP correrà sul tracciato americano di Laguna Seca che in passato ci ha regalato corse spettacolari. Il circuito californiano che si snoda sulle colline californiane vedrà come sempre sfidarsi solo i piloti della classe regina. Ovviamente l’atmosfera di contorno alla gara sarà altamente spettacolare come da tradizione, con tanto di aereojet che sfrecceranno sopra alla pista prima dell’inizio del gran premio e inoltre come sempre è prevista la presenza di alcune star di Hollywood sulle tribune.

    Per i piloti Ducati questo gran premio rievoca bei ricordi visto che qui Nicky ha colto la sua prima vittoria in MotoGP, nel 2005, bissando il successo anche nel 2006, mentre era lanciato verso la conquista del titolo mondiale; mentre Valentino ricorda ancora molto bene la vittoria colta nel 2008 alla fine di una durissima bagarre con Casey, oltre a quella vittoria Vale è salito per altre tre volte sul podio di Laguna.

    Anche per la casa italiana il gran premio USA è molto importante visto che il mercato americano rappresenta per Ducati quello col tasso di crescita più elevato. Così per “cercare di fare bella figura su questa pista, proprio dall’appuntamento a stelle e strisce debutteranno alcune modifiche provate durante i test del Mugello.

    Valentino Rossi ha già rilasciato alcune dichiarazioni in previsione dell’appuntamento americano: “Laguna è una pista molto difficile, con tante buche, tanti cambi di pendenza ma, nello stesso tempo, bella e divertente anche perchè è un tracciato un po’ vecchio stile. I tanti tifosi, e tutta l’atmosfera in generale, mi piacciono molto. Negli ultimi test al Mugello, pur interrotti in anticipo, abbiamo cominciato a lavorare su alcuni dettagli che, in parte, proveremo ad utilizzare a Laguna, anche se si tratta di una piccola percentuale del pacchetto sul quale stanno lavorando a casa. L’anno scorso su questa pista era andata discretamente quindi vedremo cosa ne verrà fuori questo fine settimana”.

    Altra notizia che arriva da casa Ducati riguarda il sostituto di Hector Barbera (infortunatosi venerdì scorso durante una sessione di allenamento in moto, il pilota ha riportato la frattura di tibia e perone e i tempi di recupero si aggirano attorno alle 4 settimane ndr). Infatti se fino a pochi giorni fa Roger Lee Hayden sembrava il prescelto per salire in sella della Ducati Pramac per per il gran premio di Laguna Seca, ora la scelta definitiva del team Pramac è ricaduta sull’ex-pilota di MotoGP Toni Elias che aveva recentemente interrotto il suo contratto con il Team Aspar della Moto2, visti i risultati non certamente esaltanti.